Esiste più un mercato per i sistemi operativi mobili? Al momento sì, ma non si sa ancora per quanto. Questa la prima conclusione cui si giunge dopo aver letto i risultati dell'ennesima ricerca di mercato del gigante statunitense IDC (International Data Corporation). Nel secondo trimestre di quest'anno Android ha conquistato ulteriore terreno a discapito di iOS, sfiorando l'80% sul totale degli smartphone venduti. Un trend senza pari, che potrebbe portare il sistema operativo made in Google ad essere l'unico player (o quasi) sul mercato.

Robottino cannibale

Android conferma, per l'ennesimo trimestre, di avere una fame insaziabile. Nel secondo trimestre 2013 fa registrare un totale di 187,4 milioni di dispositivi venduti, equivalenti ad una fetta di mercato del 79,3%. La crescita, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, è del 73% circa, un dato inferiore solamente a quello fatto registrare da Windows Phone (ma le cifre relative ai dispositivi venduti sono ben diverse).

 

Il robottino verde, mascotte di Android

 

Tra i vari produttori, è Samsung a fare la parte del leone: l'azienda sudcoreana controlla il 39,1% del mercato Android, con oltre 73 milioni di smartphone venduti. Alle sue spalle LG e Lenovo, rispettivamente con il 6,5% e 6,1% del mercato Android.

Finestre aperte

Note positive arrivano anche per Windows Phone. L'alleanza strategica con Nokia e il rilascio di Windows Phone 8 fanno bene al sistema operativo di casa Microsoft, che conferma di essere il terzo player del mercato con una percentuale di poco inferiore al 9%.

 

Il Nokia Lumia 925, tra i primi smartphone a montare Windows Phone 8

 

Tra i produttori, com'era semplice immaginare, Nokia occupa stabilmente il primo posto con circa 7 milioni di dispositivi venduti (che valgono l'82% del mercato WP). Alle sue spalle, non senza sorprese, troviamo Samsung che, con 1 milione di dispositivi, sopravanza di molto HTC. La casa sudocreana, insomma, conferma di essere una vera e propria corazzata nel campo degli smartphone, indipendentemente dal sistema operativo utilizzato.

Il resto della truppa

Per i restanti sistemi operativi c'è poco da ridere. L'unico che resta a galla è iOS che, in attesa del lancio dei nuovi modelli di iPhone, fa registrare una crescita anno su anno del 20%. Gli iPhone venduti nel secondo trimestre 2013 sono poco più di 30 milioni, contro i 26 dello scorso anno.

 

Scompare, o quasi, un sistema operativo storico come Symbian, ridotto a mezzo milione di dispositivi venduti e una fetta di mercato di appena 0,2%. BlackBerry scende al 4,9% con 6,8 milioni di dispositivi venduti nel trimestre precedente, mentre Linux è installato su 1,8 milioni di dispositivi. Nessuna traccia di altri sistemi operativi, con la lotta ristretta ormai a 6 player principali.

 

8 agosto 2013

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb