Per diventare uno stilista serve grande passione, creatività e nozioni di base che permettano di creare abiti sempre più moderni e accattivanti che riescano ad affascinare il pubblico.

Molte persone creative si cimentano nella creazione di vestiti, gonne a pantaloni da utilizzare nel loro quotidiano per dare anche un tocco personale al proprio outfit.

Una semplice maglia può diventare l’indumento perfetto da realizzare con facilità anche da chi è alle prime armi. Sono diverse le tecniche che si possono utilizzare: dai classici cartamodelli a programmi online come Canva.

Ecco una guida sui migliori metodi per confezionare una maglia creativa.

  • 1. Creare una maglia con Canva
    Creare una maglia con Canva

    Canva, famosa applicazione di grafica, permette ai propri utenti anche di creare l’immagine o la scritta per una maglietta e accedere alle opzioni di stampa per ricevere la t-shirt direttamente a casa.

    Innanzitutto, occorre accedere a Canva e digitare t-shirt nella barra di ricerca. Si apre una finestra dove l’utente può scegliere tra diverse alternative: iniziare a lavorare su una tela bianca, utilizzare uno dei template proposti dalla piattaforma o importare un logo personale che si vuole stampare.

    Dopo aver scelto la versione vuota, appare una finestra dove iniziare il progetto. Canva consiglia agli utenti di seguire quattro accorgimenti per creare la maglietta perfetta.

    Bisogna ricordarsi che il progetto viene stampato sulla parte anteriore della t-shirt e che i colori dello sfondo non saranno visibili.

    La piattaforma consiglia di utilizzare un carattere con dimensioni pari o superiori a 16. In questo modo il messaggio risulte chiaro e semplice da leggere.

    Infine, per vedere l’anteprima della propria t-shirt basterà cliccare su Stampa T-shirt

    Nel menu a sinistra si potrà scegliere uno dei loghi proposti dalla piattaforma. I modelli sono tantissimi, dalle magliette dedicate alle cause sociali e attiviste a t-shirt per eventi, raccolte fondi, eventi di gruppo, tempo libero e hobby, pop, per la scuola, per lo sport, per alcune festività o dedicate alle Giornate Mondiali. 

    Alcuni modelli propongono un design che prevede una stampa sulla parte anteriore della maglietta e una sulla parte posteriore. Per scegliere uno di questi modelli, bisogna cliccare su Applica entrambe le pagine per ottenere le due stampe. Se invece se ne preferisce solo una, basterà cliccare sulla grafica preferita e andare avanti. 

    Canva permette agli cambiare lo stile modello, ossia la tavolozza cromatica abbinata al disegno e il font della scritta. 

    Una volta scelto il design, si potranno modificare i colori di tutti gli elementi. Per farlo, occorre cliccare sull’elemento e scegliere la nuova tonalità dal menu colori in alto a sinistra. 

    Dopo aver inserito il logo, bisogna selezionare il pulsante in alto a destra e scegliere Stampa t-shirt. Si potrà vedere un’anteprima della maglietta. Scegliere il colore del tessuto.

    A questo punto si potrà vedere sia la versione uomo che donna. I passi successivi sono selezionare la taglia e la quantità di pezzi da stampare. Infine occorre scegliere la spedizione espressa o standard e cliccare Continua, per poi nserire i dati per la spedizione e procedere con il pagamento. 

  • 2. Metodi creativi per dipingere una maglietta
    Metodi creativi per dipingere una maglietta

    Se si vuole modificare e trattare un abito, il cotone è il tessuto da preferire, ma se si ha voglia di sperimentare si possono provare anche il poliestere e le fibre miste.

    Prima di iniziare il lavoro, occorre lavare la maglietta e lasciarla asciugare.

    Le t-shirt di cotone sono solite restringersi leggermente dopo il lavaggio. Lavandola prima si eviterà che il disegno si rovini.

    In seguito, bisogna separare il tessuto della parte anteriore da quello della parte posteriore con un foglio di carta o cartone. Questo aiuterà a circoscrivere la lavorazione alla sola porzione che si vuole modificare. A questo punto si può scegliere quale effetto applicare alla propria maglietta.

    Il primo metodo è quello della carta trasferibile. Acquistabile in una qualsiasi merceria, si può utilizzare sia sulle magliette chiare che su quelle scure.

    Una volta reperita la carta, non rimane che stampare l’immagine che si desidera applicare sulla maglietta. Per fissarla, bisogna stendere la maglia sull’asse da stiro e applicare l’immagine sulla t-shirt. Si può utilizzare il ferro da stiro e stirarle assieme.

    Se si vuole essere ancora più creativi, si possono utilizzare pennarelli per stoffa, vernici o brillantini.

    Si può modificare l’immagine che è stata precedentemente stampata sulla maglietta o creare ex novo un nuovo design. In questo caso sarà meglio iniziare a disegnare la scritta o la figura con una matita, in modo tale da poter cambiare il risultato finale, se non dovesse piacere.

    Occorre ricordarsi sempre di lasciar asciugare la maglietta per tutta la notte e non rischiare di rovinare la grafica indossandola subito. Se il tempo atmosferico lo permette, si può mettere ad asciugare anche all’aperto, facendo attenzione che il disegno sia libero.

    Per creare delle scritte precise e d’effetto, si possono utilizzare gli stencil e la vernice.

    Per crearne uno, si può disegnare su un cartoncino le lettere o le parole che andranno a costruire la scritta sulla maglietta.

    Aiutandosi con un taglierino, si staccano tutte le parti che sulla maglietta dovranno essere colorate.

    Bisogna infilare un foglio all’interno della t-shirt per proteggerla da eventuali macchie. In seguito, si adagia il foglio con lo stencil sulla maglia e si fissa con un po’ di scotch così che non si sposti durante il lavoro.

    In seguito, si spruzza la vernice facendo bene attenzione a non macchiare la maglia uscendo dai bordi del foglio. Infine, si lascia asciugare per almeno un paio d’ore prima di staccare il foglio e vedere il risultato finale.

  • 3. Utilizzare un cartamodello come gli stylist
    Utilizzare un cartamodello come gli stylist

    Per creare una maglietta come un vero stilista o appassionato di moda serviranno un cartamodello, ago, filo, degli spilli e delle forbici.

    Per iniziare occorre ritagliare le parti che compongono il cartamodello seguendo le linee guida.

    La parte frontale e la parte posteriore vanno utilizzate piegando il tessuto a metà. Si tracciano i contorni con un gessetto per tessuti o una matita bianca.

    Poi, si ritaglia il tessuto con le forbici a zig zag e si ripete la stessa operazione per tutte le parti del cartamodello.

    La prima parte da cucina è rappresentata dalle spalle. In seguito, si attaccano le maniche e si unisce tutto insieme. Si piega a metà la manica e si fa combaciare il centro con la spalla e cucire di nuovo.

    Partendo dall’orlo della manica bisogna fare un’unica cucitura fino all’orlo della maglietta. A questo punto basterà rifinire tutti i bordi creando gli orli. Ecco che il modello della miaglietta è pronto.

    Per saperne di più: Quali sono i lavori del futuro per le persone creative

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb