Fastweb

Ue, addio al roaming dal 15 giugno 2017

roaming cosa cambia Internet #roaming Roaming Europa, cosa succede dal 15 giugno Con l'entrata in vigore del nuovo regolamento europeo, sarà possibile parlare e navigare in tutta Europa senza costi aggiuntivi. Ecco come si comportano gli operatori italiani
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Ue, addio al roaming dal 15 giugno 2017 FASTWEB S.p.A.
Ue, il 30 aprile arrivano i primi tagli dei costi del servizio roaming
Agenda Digitale
L'abolizione, che sarà totale dal 30 giugno, sarà preceduta da un taglio dei costi già da fine aprile 2016. Ecco le novità

L'Ue dice addio al roaming. Sì definitivo in seconda lettura dalla plenaria del Parlamento europeo. Oltre due terzi dei deputati hanno bocciato tanto la proposta del gruppo euroscettico Efdd (con Ukip e M5S) di respingere l'accordo già raggiunto con il Consiglio, quanto 13 emendamenti proposti da Verdi e Sinistra Unitaria. Nella notte del 30 giugno era stato raggiunto l'accordo per l'abolizione delle tariffe a partire da metà giugno 2017, con un taglio dei costi già da fine aprile 2016. 

Che cosa prevede l'accordo

L'intesa prevede anche una clausola di "uso equo" del roaming per prevenire eventuali abusi da parte chi utilizzasse all'estero il proprio numero per motivi che non fossero quelli legati al viaggio. In questo caso saranno introdotte clausole di salvaguardia che consentiranno agli operatori di recuperare i costi. L'abolizione completa , che scatterà dal 30 giugno 2017, sarà preceduta da un primo taglio il 30 aprile 2016, quando i tetti attualmente in vigore quando si va all'estero saranno rimpiazzati da un sovraccosto massimo di 0,05 euro al minuto per le chiamate, 0,02 per gli sms e 0,05 per megabyte per i dati.

Gli aspetti tecnici

È stato pubblicato il regolamento che evidenzia le regole che eliminano i sovraccosti. La Commissione Ue ha lanciato giovedì 26 ottobre 2015 una consultazione pubblica che resterà aperta sino al 18 febbraio 2016 sulle misure tecniche da adottare, in particolare la revisione dei prezzi all'ingrosso che gli operatori pagano tra loro per fornirsi i servizi in roaming. Resta poi da definire il concetto chiave di 'uso equo', per evitare abusi e allo stesso tempo garantire un reale 'uso come a casa' del telefono all'estero. L'organo delle autorità Ue verificherà la sostenibilità dell'abolizione del roaming e farà una valutazione del mercato all'ingrosso dello stesso. Inoltre redigerà le linee guida per i regolatori nazionali per garantire la supervisione, l'applicazione e la trasparenza delle misure a tutela dell'Internet aperto e della neutralità della rete, attese queste ultime per agosto 2016.

Primi passi

A partire da sabato 30 aprile 2016 arriverà il maxitaglio dei sovra-costi per chiamare e navigare su Internet dall'estero. Si tratta di un'ennesimo passo in preparazione della scomparsa definitiva del servizio roaming.

Per la prima volta il traffico voce, sms e dati verrà scalato da quello incluso negli abbonamenti alla stessa tariffa più un piccolo costo limitato. Ecco che chiunque viaggerà nei Paesi Ue vedrà tagliati di sino a 4 volte i sovra-costi attuali. Ai costi normali dei servizi, così, verranno aggiunti 5 centesimi per le chiamate, 2 centesimi per i messaggi e 5 centesimi per la navigazione su Internet (Iva esclusa).

30 giugno 2015 (aggiornato il 28 aprile 2016)

La Redazione

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #roaming #ue

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.