Fastweb

Spid, in arrivo il sistema pubblico di identitÓ digitale

730 online Web & Digital #web #730 730 2018 online, cos'Ŕ e come funziona Dal 16 aprile Ŕ possibile scaricare la dichiarazione precompilata con i dati del reddito, delle imposte e delle detrazioni. Ecco come funziona
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Spid, in arrivo il sistema pubblico di identitÓ digitale FASTWEB S.p.A.
Spid, in arrivo il sistema pubblico di identitÓ digitale
Agenda Digitale
Un Pin unico per accedere a tutti i servizi online della Pa senza fare file allo sportello e semplificare la vita dei cittadini

Un Pin unico per accedere a tutti i servizi online della Pa senza fare file allo sportello. Si chiama Spid, ovvero sistema pubblico di identità digitale. St arrvando in due fasi: la prima è scattata ad aprile 2015 con l'obiettivo di totalizzare al 2017 10 milioni di utenti collegati, ovvero un italiano su sei. L'obiettivo: facilitare la vita dei cittadini, riducendo costi e tempi. "La prima identità digitale sarà rilasciata a dicembre, questo è il nostro obiettivo", promette il dg Agid, Antonio Samaritani.

Il codice base dovrebbe essere composto da 4 lettere seguite da 10 caratteri alfanumerici. In tutto quindi 14 caratteri dei quali almeno un numero e un simbolo speciale (%, #, $) mai segni uguali consecutivi, sia lettere minuscole sia maiuscole da aggiornare ogni sei mesi.

L'accordo tra Stato, regioni e comuni sull'Agenda per la semplificazione contiene molti altri elementi. In tutto si tratta di 37 punti, muniti di scadenze e obiettivi. A dare l'annuncio dell'intesa il ministro della Pa, Marianna Madia con un tweet: "tempi certi su digitale, fisco, welfare, edilizia, impresa". Cinque capitoli quindi che raccolgono semplificazioni rincorse da anni e new entry come la dichiarazione di successione online, con riduzione di tempi e oneri  (basterà un adempimento unico per denuncia di successione, voltura catastale e trascrizione). Per lanciare definitivamente l'Agenda per la semplificazione, prevista dal dl Madia, serve però ancora un passaggio in Consiglio dei ministri, che dovrebbe avvenire a breve, entro l'anno.

Dopo la pubblicazione delle regole attuative, parte il 15 settembre la fase di accredito dei gestori che si completerà nel giro di due mesi (anche se il termine massimo è spostato più in là, a marzo). L'ultima tappa è da qui a due anni, quando tutti i servizi pubblici dovranno essere accessibili online. Allora, secondo i target del Governo, saranno 10 milioni gli utenti dotati di Pin unico.

Tra i punti inseriti nell'Agenda, anche la marca da bollo digitale, acquistabile su Internet senza dovere andare dal tabaccaio. Anche in questo caso è fissata una scadenza: dovrà adeguarsi alla versione telematica il 90% dei comuni entro il 2017.

Come funzionerà Spid
 

Password unica. Una sola chiave per accedere online ai servizi pubblici e privati. Basta inserire il nome utente e il Pin unico, una password composta da minimo otto caratteri.

Servizi online. Sono quelli pubblici: dal pagamento della Tasi al bollo auto, passando per le prestazioni sanitarie o il fascicolo dell'Inps. La P.A. è obbligata a sbarcare online, per i privati rimane facoltativo.

Smart card. Tre i livelli di sicurezza, a seconda del servizio. Al livello base serve solo il Pin unico, al secondo gradino si affianca una password temporanea, al terzo si aggiunge una "smart card", un supporto magnetico (è il caso di operazioni come il trasferimento di fondi o lo scambio di documenti con dati sensibili).

Spid arriva per raccomanda o per mail. L'invio non sarà automatico, si deve fare richiesta al gestore dell'identità digitale: un'operatore selezionato dalla P.A. e iscritto in un apposito albo. Per ottenere lo Spid occorre dare dati standard: nome, cognome, sesso, luogo e data di nascita, codice fiscale, estremi del documento d'identità, mail, numero di cellulare. Tutto sarà poi sottoposto a verifica (a vista o per vie digitali). Spid è gratis (esclusa la smart card). 

14 novembre 2014 (28 luglio 2015)

La Redazione

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #spid #pin

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.