Fastweb

Addio RAV, ora si paga con pagoPA

ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Addio RAV, ora si paga con pagoPA FASTWEB S.p.A.
pago pa
Agenda Digitale
PagoPa č la nuova modalitą di pagamento sviluppata dall'AgiD per la Pubblica Amministrazione. Ecco come funziona e quali sono i vantaggi

L'Agenzia delle Entrate si rinnova e, con lei, anche i metodi di pagamento dei tributi: da ottobre 2019, infatti, i vecchi bollettini RAV spariranno gradualmente, in favore dei nuovi bollettini pagoPA. PagoPa è una modalità che consente il pagamento dei tributi in maniera semplice e sicura, completamente digitale e permette al cittadino di scegliere quale strumento di pagamento utilizzare, anche il denaro fisico.

Una volta effettuato il pagamento, a differenza che in passato, il cittadino riceve in tempo reale l'attestazione dell'avvenuto pagamento e la Pubblica Amministrazione chiude immediatamente la posizione debitoria aperta. Questo dovrebbe ridurre al minimo, nel corso dei prossimi anni, i casi di "cartelle pazze" o di mancata attestazione dei pagamenti.

Piattaforma pagoPA: cos'è

PagoPA non è una novità, è già attiva da alcuni anni e, negli ultimi 36 mesi, ben 4,7 milioni di pagamenti sono già stati ricevuti dall'Agenzia delle Entrate tramite questa piattaforma. La gestione del sistema pagoPA inizialmente era divisa tra più enti, ma con il decreto Semplificazioni del dicembre 2018 è stata creata la società ad intera partecipazione pubblica PagoPA S.p.a., alle dirette dipendenze della Presidenza del Consiglio.

PagoPA, quindi, non è un sito Internet (ma esiste il sito Internet dove trovare informazioni sul servizio) ma una piattaforma, un'infrastruttura per i pagamenti verso le pubbliche amministrazioni. Al momento sono oltre 20 mila gli enti creditori aderenti a pagoPA, tra Comuni, Aziende Sanitarie Locali, Università pubbliche, Camere di Commercio e altri Enti Pubblici.

PagoPA: come funziona

Tramite pagoPA è possibile effettuare i pagamenti direttamente sul sito o sull'applicazione mobile (dell'Ente creditore, non di pagoPA) o attraverso i canali fisici e online di banche e altri Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP), come ad esempio le agenzie di banca, gli home banking, gli sportelli ATM, i punti vendita SISAL, Lottomatica e Banca 5 e presso gli uffici postali. Ciò vuol dire che possiamo pagare un tributo o un servizio pubblico tramite pagoPA praticamente da ovunque e quasi in qualunque modo. Tramite pagoPA possiamo pagare tributi, tasse, utenze, rette, quote associative, bollo auto e molto altro. Con pagoPa è possibile pagare in contanti o con pagamento digitale (bancomat, carta di credito).

I vantaggi di pagoPA

Il primo e più grande vantaggio di pagoPA è che ogni transazione, e quindi ogni pagamento, è legato al suo specifico tributo o servizio da pagare tramite un "Codice modulo di pagamento" di 18 cifre. Quindi, almeno teoricamente, è impossibile che dopo aver pagato qualcosa vada storto e si perda traccia del nostro pagamento. Il secondo grande vantaggio del sistema pagoPA è la possibilità di aggiornare l'importo dovuto alla data del versamento, cosa molto utile in caso di pagamento con la mora. Rispetto al vecchio RAV, inoltre, il nuovo bollettino pagoPA è molto più comodo da usare perché integra soluzioni decisamente "smart" per facilitare la vita al contribuente.

Nuovo bollettino pagoPA

pagopa come funziona

Il modulo di pagamento pagoPA è immediatamente riconoscibile dal logo "pagoPA" e dal fatto che è diviso in due sezioni, una per ogni metodo di pagamento che può scegliere il cittadino. La prima sezione è "Banche e altri canali" e ha ben in vista un QR code e un codice CBILL, la seconda sezione è quella per i pagamenti presso Poste Italiane e si riconosce per il riquadro Data Matrix. Il bollettino pagoPA si riconosce anche per il codice di 18 cifre che consente il collegamento alla cartella o all'atto ricevuto. Altra cosa molto interessante è che lo stesso modulo si può usare sia in caso di pagamento in una sola soluzione, che in caso di rateizzazione (ove possibile).

Come pagare un bollettino pagoPA

Una volta ricevuto un bollettino pagoPA possiamo scegliere se pagarlo usando la prima o la seconda sezione. Per pagare da soli tramite i canali online basta aprire l'app o il sito della propria banca, inquadrare il QR Code e immediatamente tutti i dati del bollettino verranno mostrati a video. Non ci resterà che effettuare il pagamento. Altrimenti potremo andare sul sito dell'Ente che dobbiamo pagare ed entrare nella sezione pagoPA, dove inseriremo il codice avviso da 18 cifre. Se l'Ente ha un'app, di sicuro ci permetterà di inquadrare il QR Code per pagare. Se invece vogliamo pagare presso uno sportello fisico, dobbiamo portare con noi il bollettino cartaceo ricevuto a casa: allo sportello non faranno altro che inquadrare il codice e dirci quanto dobbiamo pagare, poi potremo scegliere il nostro metodo di pagamento preferito. In ognuno di questi casi, pochi secondi dopo la fine della transizione, l'Ente creditore riceverà l'avviso che abbiamo pagato l'atto contrassegnato con quel codice.

 

27 ottobre 2019

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #pago pa

© Fastweb SpA 2019 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.