Fastweb

Windows 10 Fall Creators Update, le nuove funzioni di sicurezza

dark web Web & Digital #dark web #sicurezza informatica Sicurezza informatica, quali rischi dal dark web La maggior parte degli utenti ha un'idea vaga del dark web. Ecco di cosa si tratta, come è stato creato e perché può rappresentare un costante rischio per la nostra sicurezza
ISCRIVITI alla Newsletter
Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
Windows 10 Fall Creators Update, le nuove funzioni di sicurezza FASTWEB S.p.A.
Windows 10
Web & Digital
L'ultimo major update ha introdotto novità sostanziali per la protezione di computer e dei dati presenti al loro interno. Ecco quelle più rilevanti

Con gli ultimi aggiornamenti rilasciati – sia che si tratti di aggiornamenti "minori" distribuiti a cadenza mensile, sia che si tratti di major update – Microsoft ha dimostrato che la sicurezza informatica e la protezione dei dati degli utenti che utilizzano Windows 10 è uno dei suoi obiettivi primari. Non deve dunque sorprendere se, giorno dopo giorno e mese dopo mese, si ricevono degli aggiornamenti tesi a migliorare le difese contro trojan, ransomware e malware di ogni tipo.

Un esempio è dato dalle novità che tecnici e ingegneri Microsoft hanno incluso nel Fall Creators Update, ultimo major update rilasciato dalla casa di Redmond per il 2017. Oltre al nuovo fluent design, alle funzionalità di OneDrive che aiutano a liberare spazio sul disco rigido e allo store online potenziato, Windows 10 Fall Creators Update introduce diverse funzionalità e tool dedicati alla sicurezza informatica. Al momento, va detto, sono dedicati principalmente ad aziende e professionisti, ma nulla toglie che al prossimo aggiornamento saranno resi disponibili anche per le "utenze domestiche".

 

Aggiornamento Windows 10 a Fall Creators Update

Windows Defender Application Guard

Che i browser siano tra gli applicativi maggiormente sfruttati dagli hacker per attaccare sistemi informatici e diffondere malware è un fatto risaputo. Per rendere la vita degli hacker più complessa, Microsoft ha introdotto con il Fall Creators Update la funzionalità Windows Defender Application Guard, una sorta di sandbox che protegge gli utenti mentre navigano online con Edge. In questo modo, anche se l'utente dovesse visitare un sito infetto, il malware resterebbe circoscritto all'interno del "recinto di sabbia" e non ci sarebbe bisogno nemmeno dell'intervento dell'antivirus. Al momento, però, Windows Defender Application Guard è disponibile solo per la versione Enterprise di Windows 10.

Windows Defender Advanced Threat Protection (ATP)

Il futuro della sicurezza informatica passa dal cloud. Ne è cosciente Microsoft che, con l'Advancend Threat Protection, mette a disposizione degli utenti professional uno strumento di protezione avanzata e funzionate sulla nuvola. Sfruttando avanzati sistemi di intelligenza artificiale, scanner antivirus che scandagliano la rete e algoritmi di difesa e sicurezza euristici, Windows Defender ATP è in grado di "studiare" comportamenti anomali (sia online, sia sulle singole macchine che utilizzano Windows 10), individuare potenziali minacce e bloccarle prima che diventino un attacco reale.

 

Sicurezza PC

Windows Defender Application Control

Graie all'Application Control, tutte le aziende e le organizzazioni che utilizzano Windows 10 Enterprise potranno gestire da remoto e in maniera centralizzata quali applicativi o software possono essere installati e posso girare su computer e macchine appartenenti allo stesso gruppo di lavoro. Ciò consente agli amministratori di sistema di avere sempre la certezza che sui computer da loro gestiti siano attivi solamente programmi sicuri e privi di ogni possibile minaccia.

Accesso controllato alle cartelle

Ransomware e cryptolocker sono tra le peggiori minacce alla sicurezza di singoli utenti e organizzazioni aziendali. Come è risaputo, una volta che questi malware infettano una macchina – o una rete aziendale – bloccano l'accesso al sistema e crittografano tutti i dati contenuti nel disco rigido sino a che l'utente non decide di pagare un riscatto. Con il Controlled Folder Access ("Accesso controllato alle cartelle" in italiano) l'utente potrà indicare delle cartelle e file come "protetti" e per questo accessibili solo a determinati applicativi. In questo modo, Windows 10 aiuta a proteggere le nostre informazioni più importanti dai ransowmare e cryptolocker, impedendogli di renderli illeggibili con la crittografia.

Windows Defender Antivirus

Grazie all'integrazione con il Microsoft Intelligent Security Graph, che analizza in tempo reale miliardi di dati riguardanti i nuovi pericoli per la sicurezza e i dati degli utenti, l'antivirus gratis che la casa di Redmond mette a disposizione degli utenti Windows 10 migliora le sue performance e capacità di individuare malware, ransomware e altre tipologie di minacce informatiche.

Windows Hello

 

 

La biometria non si utilizza solo per migliorare sicurezza e protezione degli smartphone. Con Windows Hello gli utenti potranno decidere di mandare in pensione password o pin di accesso e attivare la scansione dell'impronta digitale (nel caso in cui il laptop o computer desktop ne sia dotato) oppure affidarsi al riconoscimento facciale sfruttando webcam e fotocamere supportate e compatibili con gli standard di sicurezza stabiliti dagli ingegneri Microsoft.

Windows AutoPilot

La creazione di immagini di Windows 10 che rispettino elevati standard di sicurezza e la loro installazione sulle nuove macchine è uno dei compiti che portano via più tempo ai reparti IT di aziende e organizzazioni varie. Con Windows AutoPilot e il cloud di Microsoft Azure sarà possibile automatizzare gran parte delle operazioni necessarie e risparmiare, così, moltissimo tempo. Il "pilota automatico" introdotto con il Fall Creators Update, infatti, consente di creare diversi profili di distribuzione delle immagini del sistema operativo o degli aggiornamenti e sgravare i tecnici IT e sistemisti della parte più "monotona" del loro lavoro. Basterà configurare adeguatamente rete e server aziendale per avere computer sempre aggiornati e protetti senza troppi grattacapi

17 dicembre 2017

copyright CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Inserendo l'indirizzo email autorizzi Fastweb all'invio di newsletter editoriali. Se non desideri più ricevere la newsletter, è sufficiente cliccare sul link presente in calce alle mail per richiederne la cancellazione. Condizioni di utilizzo.
TAGS: #windows 10 #sicurezza informatica #malware #ransomware

© Fastweb SpA 2018 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.