Fastweb

La storia di Firefox, il browser open source di Mozilla Foundation

Firefox Web & Digital #firefox #chrome Firefox Quantum, tutte le novità Il rilascio della nuova release è previsto per martedì 14 novembre. Tante le novità in cantiere, a partire da un'interfaccia rivista e nuove estensioni
ISCRIVITI alla Newsletter
Autorizzo il trattamento dei dati di contatto per l’iscrizione alla newsletter e per la ricezione di mail di carattere informativo e commerciale. Informativa e condizioni di utilizzo.
La storia di Firefox, il browser open source di Mozilla Foundation FASTWEB S.p.A.
Firefox, browser open source di Mozilla Foundation
Web & Digital
Sognava di prendere il posto di Internet Explorer ma ha dovuto chinare la testa di fronte all’ascesa di Google Chrome. Ecco la storia di Firefox, il browser open source di Mozilla Foundation

È dura primeggiare nel proprio campo quando tra i propri avversari c'è Google con uno dei tanti servizi che sviluppa. Lo sa bene Firefox, browser lanciato oramai nel lontano 2002 e che nel 2009 è riuscito a diventare il programma più utilizzato dagli utenti per navigare online, battendo anche Internet Explorer. Ma poi è arrivato Google Chrome che ha impiegato solamente un paio di anni a fagocitare qualsiasi persona usasse Internet diventando in poco tempo il browser più utilizzato. Ma non per questo gli sviluppatori di Firefox si sono tirati indietro e in questi anni hanno continuato a sviluppare nuove versioni e a introdurre caratteristiche innovative.

La prima versione di Firefox è stata lanciata nel 2004, ma se si vuole fissare una data che attesti la nascita del browser è necessario andare due anni più indietro, quando nel 2002 viene sviluppato Phoenix, il programma da cui poi è nato Firefox. Il browser nasce dal lavoro di migliaia di persone che si sono radunate intorno al progetto Mozilla, ovvero una comunità aperta dove chiunque poteva entrare a farne parte e dare il proprio contributo per sviluppare programmi open-source. Da uno di questi programmi è spuntato fuori proprio Firefox, che nasce dalle ceneri di Phoenix e dal codice sorgente di Netscape, il primo browser di successo della storia di Internet.

Come detto, in questi anni Firefox è profondamente cambiato, ma non ha mai perso la propria anima "libera". Adesso è di proprietà di Mozilla Foundation, associazione no-profit indipendente che si mantiene con le donazioni dei singoli utenti. Nonostante la sfida con Google Chrome, con Internet Explorer e con Microsoft Edge, Firefox resta ancora il secondo browser più utilizzato al mondo e in alcune Nazioni è il più diffuso. Ecco la storia di Firefox.

Da Netscape a Firefox 1.0

 

firefox storia

 

Nel 1998 viene svelato il codice sorgente di Netscape e contemporaneamente nasce il progetto Mozilla: l'obiettivo è di creare un browser che dia la possibilità agli utenti di navigare liberamente senza dover utilizzare Internet Explorer. Ben presto centinaia e centinaia di utenti si uniscono al progetto Mozilla per iniziare la fase di sviluppo del browser.

Dopo quasi quattro anni di sviluppo, il progetto Mozilla sforna due programmi simili ma diversi nella modalità di utilizzo. Da un lato Mozilla 1.0, una suite per navigare su internet che oltre al browser offre anche un client di posta elettronica e altri servizi molto utili. Dall'altro lato arriva Phoenix, un semplice browser che cerca di offrire la miglior navigazione possibile senza i tanti fronzoli di Internet Explorer (che aveva il 90% del mercato) e del programma presente in Mozilla 1.0.

Phoenix ottiene un buon successo e convince la community di programmatori (riuniti nel frattempo all'interno della Mozilla Foundation) a continuare la fase di sviluppo. Nel 2004 vede così la luce Firefox 1.0, la versione successiva di Phoenix e che viene accolta benissimo dagli utenti: in poco tempo supera quota 100 milioni di download e diventa un avversario ostico per il browser sviluppato da Microsoft.

Migliorare di versione in versione

 

firefox browser

 

Dopo il buon riscontro ottenuto con la prima versione, gli sviluppatori decidono di migliorare continuamente il browser per stare al passo con i tempi. Ma nei primi anni non è così semplice riuscire a rilasciare aggiornamenti con una certa frequenza. Se il lancio di Firefox 1.0 è avvenuto il 9 novembre 2004, per vedere la seconda versione del programma bisogna aspettare fino al 23 ottobre 2006, una settimana dopo il rilascio di Internet Explorer 7. Numerose le novità introdotte, a partire da miglioramenti sulla sicurezza per proteggere gli utenti dagli attacchi phishing. Cambiato anche il design delle icone e l'interfaccia utente. Per vedere l'uscita di Firefox 3 è necessario aspettare altri due anni: la versione finale viene lanciata il 17 giugno 2008 e in poco meno di un mese conta quasi 30 milioni di download.

Una versione ogni sei settimane

Da Firefox 4 in poi, gli sviluppatori cambiano strategia e promettono di realizzare una versione del browser ogni sei settimane. Dal 22 marzo all'11 dicembre escono uno di seguito all'altro Firefox 4, Firefox 5, Firefox 6, Firefox 7, Firefox 8 e Firefox 9. In ogni versione Mozilla apporta dei piccoli miglioramenti che permettono al browser di crescere e di conquistare nuovi utenti e di iniziare a diventare un avversario pericoloso per Internet Explorer.

Sempre più veloce

 

come funziona firefox

 

Realizzare una nuova versione ogni sei settimane sicuramente non è un'impresa da poco e allo stesso tempo non è semplice apportare miglioramenti significativi al browser. Nelle versioni di Firefox uscite nel 2012 c'è da segnalare l'implementazione nella home page dei siti più vistati dall'utente in modo che l'accesso sia istantaneo. In Firefox 13 c'è anche una nuova gestione delle pagine aperte: fino al momento in cui l'utente non le utilizza non vengono caricate dal browser. In questo modo il funzionamento di Firefox è molto più rapido.

Cambia la grafica

Poche le novità rilasciate nelle versioni uscite nel 2013: da segnalare il cambiamento del logo avvenuto con Firefox 23. Il grande cambiamento avviene con il rilascio il 29 aprile 2014 di Firefox 29: tutta l'interfaccia utente viene rivista grazie all'introduzione di schede di forma arrotondata e un nuovo menù a forma di hamburger. Viene eliminata anche la Barra dei componenti aggiuntivi. L'anno seguente, con la versione 38 di Firefox arrivano delle novità grafiche anche per quanto riguarda il menu delle Opzioni. L'aggiornamento Firefox 40, invece, è dedicato quasi esclusivamente al sistema operativo Windows 10: tra le novità introdotte l'interfaccia che si adatta automaticamente alla versione tablet.

Migliorare la sicurezza degli utenti

 

versioni firefox

 

La sicurezza informatica è un tema che ha accompagnato da sempre lo sviluppo di Firefox. In ogni nuova versione c'è un piccolo miglioramento che permette di proteggere la navigazione online dell'utente e proteggere i suoi dati. Nella versione 52 viene migliorata la navigazione anonima con l'introduzione della Tracking Position che permette di bloccare il tracciamento da parte dei cookie e dei tracker di terze parti. La versione 53 (uscita il 19 aprile 2017), invece, è la prima a non supportare Windows Vista e Windows XP.

 

22 ottobre 2017

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Autorizzo il trattamento dei dati di contatto per l’iscrizione alla newsletter e per la ricezione di mail di carattere informativo e commerciale. Informativa e condizioni di utilizzo.
TAGS: #browser #internet #firefox #google chrome

© Fastweb SpA 2017 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.