Fastweb

Quale email gratis scegliere

DNS Internet #dns #indirizzo ip Come scegliere e usare il miglior server DNS I server DNS sono responsabili della velocità di connessione di PC e smartphone e della loro protezione. Ecco i servizi migliori e come utilizzarli su PC
ISCRIVITI alla Newsletter
Autorizzo il trattamento dei dati di contatto per l’iscrizione alla newsletter e per la ricezione di mail di carattere informativo e commerciale. Informativa e condizioni di utilizzo.
Quale email gratis scegliere FASTWEB S.p.A.
I migliori siti gratuiti di posta elettronica
Web & Digital
La scelta del provider email non è mai semplice. Ecco una guida per riconoscere i migliori siti gratuiti di posta elettronica

Scegliere il servizio di posta elettronica cui affidarsi è tutt'altro che semplice. Ormai si contano decine e decine di diversi "fornitori", ognuno dei quali pronti ad "accaparrarsi" nuovi utenti con funzionalità e strumenti avanzati per la gestione della propria casella postale. La gran parte dei servizi, poi, non richiedono il pagamento di alcun abbonamento: creare una casella email gratis è tanto semplice, quanto è difficile sceglierne una tra le tante a disposizione.

Per evitare di ritrovarsi con una casella email inutilizzabile, perché "mal dimensionata" per le nostre esigenze, è necessario conoscere quali siano le funzionalità che i vari provider mettono a disposizione. Capire come scegliere l'email gratis, insomma, è quasi un fatto scientifico: vanno analizzati i pro e i contro di ogni opzione e soppesare quali siano le caratteristiche che possano tornarci più utili.

Gmail

Chiave d'accesso a tutti i servizi Google (e alla configurazione iniziale degli smartphone Android), l'indirizzo Gmail può essere creato gratuitamente da chiunque ne abbia bisogno. Caratterizzata da un'interfaccia grafica minimal e funzionale (anche se non è possibile vedere contemporaneamente la cartella della posta in arrivo e il contenuto di un'email), Gmail offre agli iscritti ben 15 gigabyte di spazio d'archiviazione (in condivisione con Google Drive) per salvare tutte le proprie email e allegati che si ricevono.

 

 

L'organizzazione della posta in arrivo e di quella inviata è affidata alle Etichette, mentre le cartelle non sono supportate: basterà cliccare sul nome di un'etichetta nella colonna di sinistra (sotto il pulsante "Scrivi", tanto per intendersi) per ritrovare tutte i messaggi catalogati. Non manca, poi, una catalogazione automatica operata dai filtri di Gmail, che analizzerà i messaggi e li dividerà automaticamente in posta "Principale", messaggi "Social" e "Promozioni": ciò eviterà inutili perdite di tempo, consentendo agli utenti di accedere direttamente alle conversazioni più importanti.

Trattandosi, poi, del servizio di posta elettronica di Google, Gmail non poteva che integrare filtri e funzionalità avanzate per cercare tra le email archiviate in base al mittente, alla data, alla presenza o meno di allegati (e al peso degli allegati stessi) e molto altro ancora.

Outlook

La nuova interfaccia "tripartita" di Outlook consente ai suoi iscritti di accedere facilmente alle varie cartelle presenti, di controllare gli ultimi messaggi ricevuti e di leggerli, senza dover essere costretti ad aprire nuove finestre o passare da una schermata all'altra. Volendo, si può modificare il layout di Outlook aprendo le Impostazioni della casella di posta e scegliendo una delle opzioni presenti.

 

Interfaccia di Outlook.com

Come la gran parte dei provider di posta elettronica, l'utente può creare nuove cartelle grazie alle quali organizzare le email ricevute o inviate: l'utente può decidere di spostare i messaggi manualmente oppure creare delle regole e dei filtri che automatizzeranno l'intero processo. A questi si aggiunge la possibilità di poter attivare Skype all'interno dell'interfaccia di Outlook, di sincronizzare l'account email con Facebook e account di cloud storage e molto altro ancora.

Yahoo! Mail

Anche se negli ultimi mesi è finito spesso e volentieri nell'occhio del ciclone a causa di problemi di sicurezza, Yahoo! Mail resta uno dei servizi di posta elettronica gratis più apprezzati e utilizzati al mondo. Diversi i motivi di tale, prolungato, successo: un'interfaccia utente intuitiva e semplice da utilizzare, 1 terabyte di spazio di archiviazione gratis, la possibilità di poter sincronizzare altri account di posta e leggere i messaggi di due o più indirizzi all'interno della stessa finestra.

 

 

L'interfaccia, ad esempio, è divisa in due parti: la colonna di sinistra è dedicata alle cartelle e all'alberatura con la quale è organizzata la casella di posta; nella parte di destra, che occupa gran parte della schermata, troviamo l'elenco delle email in ordine cronologico: per leggerli, basterà cliccarci sopra e attendere che si apra una nuova finestra. Volendo, è possibile dividere in due questa sezione, così da leggere un'anteprima dei messaggi di posta nella metà inferiore.

Come visto anche in Outlook, l'utente può creare tutte le cartelle che vuole e organizzare come meglio crede la propria casella di posta: l'importante è rispettare il limite (piuttosto ampio) di 1 terabyte di spazio d'archiviazione. A questo si aggiungono funzionalità di ricerca avanzate, che consentono di ritrovare non solo i messaggi di posta, ma anche immagini, allegati di ogni tipo e tutte le conversazioni avute con un determinato contatto.

Zoho Mail

Magari meno famoso dell'omonima suite di produttività online (Zoho Office Suite, ritenuta una delle migliori alternative gratis a Microsoft Office), Zoho Mail è pensato principalmente per piccoli team o professionisti e sono alla ricerca di un servizio di posta elettronica che consenta loro di collaborare. Nulla vieta, però, di usare Zoho come proprio provider email, sfruttando i 5 gigabyte di spazio gratis a disposizione (a cui si aggiungono altri 5 gigabyte per archiviare documenti di testo e fogli di lavoro creati con la suite online).

 

 

La posta elettronica può essere organizzata grazie a cartelle, che l'utente può creare a proprio piacimento in maniera semplice e immediata. Non manca un potente motore di ricerca interno, che consente di trovare messaggi di posta in base a filtri avanzati. A questo si aggiunge la totale assenza di messaggi pubblicitari, che non disturberanno, così, l'esperienza d'uso degli iscritti.

iCloud Mail

Chiunque abbia un Apple ID e utilizzi un dispositivo della mela morsicata (iPhone, iPad o computer Mac) ha a propria disposizione anche una casella di posta iCloud Mail da utilizzare a proprio piacimento. La casella è accessibile sia dall'app Mail, sia da un normale web browser collegandosi al portale iCloud.com ed effettuando il login con le credenziali dell'Apple ID.

L'interfaccia, molto simile a quella degli altri servizi visti sinora, è divisa in tre diverse aree: la prima colonna dedicata alle cartelle e all'alberatura in cui è divisa la casella; la seconda con l'elenco dei messaggi ricevuti o inviati; la terza (la più grande) permette di leggere i messaggi senza dover aprire nuove schede o finestre. Il layout, semplice e intuitivo, non può essere modificato o personalizzato dall'utente, che dovrà dunque fare buon viso a cattivo gioco. Gli utenti potranno creare tutte le cartelle che vorranno, così da organizzare al meglio i loro messaggi di posta. Per spostarli, basterà selezionali e trascinarli, oppure creare filtri e regole che automatizzino il processo.

27 marzo 2018

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Autorizzo il trattamento dei dati di contatto per l’iscrizione alla newsletter e per la ricezione di mail di carattere informativo e commerciale. Informativa e condizioni di utilizzo.
TAGS: #email #gmail #outlook #yahoo #guida

© Fastweb SpA 2018 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.