Fastweb

Digital Day, ecco i consigli per tutelare la privacy dei figli

Twitter Social #twitter #social network Twitter raddoppia i caratteri dei tweet portandoli a 280 Il social network ha deciso di testare globalmente l'aumento del numero di caratteri per i tweet: da 140 a 280
ISCRIVITI alla Newsletter
Autorizzo il trattamento dei dati di contatto per l’iscrizione alla newsletter e per la ricezione di mail di carattere informativo e commerciale. Informativa e condizioni di utilizzo.
Digital Day, ecco i consigli per tutelare la privacy dei figli FASTWEB S.p.A.
Come tutelare la nostra privacy online
Web & Digital
I consigli del Telefono Azzurro per tutelare i figli dai pericoli che si trovano in Internet

Contrastare abusi e cyberbullismo non è mai cosa semplice. Per questo, giorno dopo giorno, è necessario rafforzare e aggiornare quei parametri per la sicurezza e tutela della privacy in rete. Non una cosa semplice, ma comunque necessaria. Prende spunto anche e soprattutto da qui il Digital Day che si sta svolgendo a Roma, l'iniziativa istituzionale rivolta proprio all'high computing e all'industria del digitale.

Quando si parla di cyberbullismo, hate speech, adescamento, sexting e pornografia la rete si trasforma in una sorta di parco dei divertimenti per gli hacker e i malintenzionati informatici. Qui i cybercriminali possono infatti 'pescare' nel vasto mare del web dove un vasto pubblico di (indifesi) minori si affaccia quotidianamente. Basti pensare che il 73% degli under 13 usa abitualmente Whatsapp, il 44% Facebook, seguito da Instagram (35%), Snapchat (13%) e Twitter, il 10,8%.

E nonostante questo giovanissimo pubblico navighi in rete con la sicurezza di un veterano, ben il 48% dei teenager ha paura di incontrare su Internet persone che non sono chi dicono di essere. Al contrario il 41% trema all'idea di essere contattato da estranei e il 41% teme di ricevere richieste sessuali. Timori che affondano le radici nella realtà di tutti i giorni dato che il web, oltre a non essere percepito come luogo sicuro, è una giungla reale di pericoli. Rischi che aumentano quando l'uso di Internet avveniva all'insaputa dei genitori (circa il 23% degli adolescenti).

Anche per questo il Telefono Azzurro, ha deciso di diramare una serie di consigli utili a tutti coloro che si approcciano per la prima volta al mondo del web e ai genitori che, quotidianamente, si devono confrontare coi figli adolescenti.  Con Il nostro post(o) nella rete l'associazione che si occupa della tutela dei bambini, si propone dunque come guida operativa per quanti si approcciano al web.

Photo Sharing

  • Se vostro figlio scatta di continuo selfie e li condivide sul web sarebbe utile capire perché lo faccia. Questo aiuterà a conoscerlo meglio e soprattutto comprendere come si rapporta col social.
  • Confrontatevi con lui per capire come si presenta agli altri quando è online e invece quando è offline.
  • Prima di valutare il comportamento online di vostro figlio è necessario capire quale sia la sua rete sociale nella quotidianità, estremamente importante durante l'adolescenza.
  • Fatelo sempre riflettere su quello che scrive e pubblica sui social network. Questo gli permetterà di avere un approccio più critico e ragionato al photo-sharing.
  • Prima di mettere online una foto di vostro figlio ricordate che ciò costituisce una minaccia alla sua privacy.


Cyberbullismo

  • Teniamo presente che i figli fanno riferimento, prima di tutto, ai modelli che imparano dai genitori. Educarli al rispetto delle personalità è un tassello importante contro un futuro cyberbullismo.
  • Partecipate, o comunque sorvegliate anche a distanza, alle attività che vostro figlio svolge online. In particolare cercate di conoscere quali sono i contatti e i social a cui si rivolge.
  • Ponete delle semplici ma fondamentali regole da seguire. Ad esempio quella di non accettare inviti o amicizie sui social network da sconosciuti, capire se c'è qualcuno che inopportuna online, ecc.
  • Attenzione ai piccoli segnali di cambiamento di vostro figlio. Alcuni atteggiamenti, come aggressività o troppo timore possono essere dovuti a qualcosa che lo ha colpito in rete.
  • Dialogate sempre con il vostro bambino. Instaurate quel rapporto di confidenza reverenziale che gli permetta di chiedervi aiuto in caso di necessità.


Postare con cautela

  • Utile anche ragionare con il proprio figlio prima di lasciargli pubblicare qualcosa sul web. Non bisogna dimenticare che spesso la diffusione è immediata e virale.
  • Proibire l'utilizzo dello smartphone/tablet non è la soluzione migliore.
  • Renditi disponibile quando ci sono da trattare di tematiche relative all'area della sessualità o altri argomenti spigolosi. In questo modo il giovane non cercherà consigli altrove.
  • Cercate di fargli capire che è meglio non inviare ad altri contenuti discriminatori o cose che a lui non farebbero piacere ricevere.
  • Tranquillizzalo e prova sempre a farti trovare pronto nei momenti di crisi.


Abusi online

  • Utilizzate al meglio le impostazioni di privacy e gli strumenti di sicurezza.
  • Coinvolgete tutta la tua famiglia in conversazioni costruttive sull'utilizzo di Internet. 
  • Cercate di coinvolgere vostro figlio con l'obiettivo di imparare insieme quali sono le migliori strategie per navigare tranquillamente in Internet.
  • Insegnate l'importanza della privacy.
  • Ascoltate ciò che tuo figlio ha da dire e prestate attenzione ai minimi cambiamenti nel suo comportamento.


24 marzo 2017

La Redazione

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Autorizzo il trattamento dei dati di contatto per l’iscrizione alla newsletter e per la ricezione di mail di carattere informativo e commerciale. Informativa e condizioni di utilizzo.
TAGS: #cyberbullismo #twitter #facebook

© Fastweb SpA 2017 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.