Fastweb

Cyberbullismo, nel 2016 i casi sono aumentati dell'8%

Cyberbulli Social #cyberbullismo #social network Parole O_Stili, perché le parole sono importanti anche in Rete Iniziativa ideata da Rosy Russo, Parole O_Stili si pone l'obiettivo di sensibilizzare gli internauti sulla violenza verbale che dilaga online
ISCRIVITI alla Newsletter
Autorizzo il trattamento dei dati di contatto per l’iscrizione alla newsletter e per la ricezione di mail di carattere informativo e commerciale. Informativa e condizioni di utilizzo.
Cyberbullismo, nel 2016 i casi sono aumentati dell'8% FASTWEB S.p.A.
Cyberbullismo, crescono i casi in Italia
Web & Digital
Un'indagine condotta su circa 7 mila ragazzi ha rivelato che il 10% si è scattato e ha inviato selfie intimi

Durante il seminario "Parlare di sexting a scuola - Un fenomeno da monitorare", promosso da Regione Lombardia in collaborazione con l'Ufficio scolastico regionale, Pepita Onlus e Casa Pediatrica Fatebenefratelli-Sacco, è emerso che i casi di cyberbullismo sono cresciuti nel 2016 dell'8%.

Secondo i dati raccolti dall'Osservatorio nazionale adolescenza su un campione di circa 7 mila ragazzi provenienti da tutta Italia, anche per quanto riguarda il fenomeno del "sexting" (invio di foto o video a contenuto sessuale) la situazione non va migliorando: tra i giovani intervistati, il 4% ha affermato di avere fatto sesso "virtuale" tramite immagini e filmati su WhatsApp, sui social o via telefono, il 2% lo ha fatto tramite webcam, e il 6,5% ha fatto "sexting". Il 10% si è scattato e ha inviato selfie intimi.

Una situazione che non può essere sottovalutata. L'eccesso di ingenuità o la poca prudenza possono infatti aprire facilmente la strada ai cyberbulli, con possibili gravi conseguenze per le vittime. Per Luca Bernardo, direttore della Casa pediatrica Fatebenefratelli-Sacco di Milano (che nel 2016 ha curato il disagio di un gran numero di adolescenti vittime di minacce e insulti tramite Internet), è necessario fare prevenzione, informando e formando i giovani, le famiglie e le scuole. "La legge sul cyberbullismo che verrà approvata dal Senato dovrà avere grandi finanziamenti perché sono importanti le cure di prossimità, serve un centro in ogni regione" ha affermato.

31 gennaio 2017

La Redazione

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Autorizzo il trattamento dei dati di contatto per l’iscrizione alla newsletter e per la ricezione di mail di carattere informativo e commerciale. Informativa e condizioni di utilizzo.
TAGS: #cyberbullismo

© Fastweb SpA 2017 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.