Fastweb

Come si gioca a Gran Turismo Sport

dragon ball z fighterz Videogames #dragon ball fighterz #videogame Dragon Ball FighterZ, recensioni e gameplay Dragon Ball FighterZ è uno dei videogiochi più attesi nella prima parte del 2018. Basato sui personaggi di Dragon Ball Z e Dragon Ball Super è stato realizzato da Bandai Namco con l'aiuto dei ragazzi di ArcSystem Works. Ecco la recensione completa
ISCRIVITI alla Newsletter
Autorizzo il trattamento dei dati di contatto per l’iscrizione alla newsletter e per la ricezione di mail di carattere informativo e commerciale. Informativa e condizioni di utilizzo.
Come si gioca a Gran Turismo Sport FASTWEB S.p.A.
recensione gran turismo sport
Videogames
Sony e Poliphony Digital cambiano completamente faccia a Gran Turismo e lo portano verso il mondo degli e-sport. Ecco la nostra recensione di Gran Turismo Sport

E siamo a tre. Dopo Project Cars 2 e Forza Motorsport 7 è il turno di Gran Turismo Sport, ultima fatica di Poliphony Digital ed esclusiva per PlayStation 4 e PlayStation 4 Pro. Lo abbiamo già ripetuto nelle recensioni passate: l'autunno 2017 è caratterizzato dai racing game. Per gli appassionati del genere c'è solo l'imbarazzo della scelta: si va dal super simulativo Project Cars fino ai più arcade Forza Motorsport e Gran Turismo. Al netto delle esclusive, scegliere quale sia il migliore è veramente molto difficile: sono tre ottimi videogame che si differenziano principalmente per le modalità di gioco offerte ai gamer/piloti. Gran Turismo Sport è probabilmente uno dei titoli più iconici del mondo PlayStation: chi ha avuto fin da piccolo una console Sony ha giocato almeno una volta a uno dei vari capitoli del videogame realizzato da Poliphony Digital.

 

 

Il "parto" di Gran Turismo Sport è stato travagliato. Annunciato in più occasioni, l'uscita è stata posticipata fino alla fine di ottobre 2017. Chi si aspettava un titolo che seguisse il gameplay dei capitoli precedenti si troverà spiazzato: dei trofei da vincere, dei campionati da affrontare, delle centinaia di veicoli presenti nel negozio e che potevano essere acquistati c'è rimasto ben poco. Poliphony Digital e Sony hanno deciso di seguire l'evoluzione che sta subendo il mondo dei videogame e realizzare un racing game pensato per gli e-sport e per le sfide online. La modalità single player (la Carriera che da sempre è stata un vanto del titolo) è oramai solo un passatempo dove prendere confidenza con il gioco, ottenere le patenti di guida e guadagnare qualche credito per acquistare le prime auto. Tutto il gioco è fondato sulla modalità Sport, il multiplayer online che metterà i piloti di fronte ai gamer di ogni parte del Mondo. Per chi era abituato ad accendere la console e affrontare una delle centinaia di prove che Poliphony Digital aveva sviluppato per lui resterà deluso. Gran Turismo Sport è un videogame che vive online e che senza la connessione è praticamente impossibile da giocare. E per questo motivo, a quattro anni dall'uscita di Gran Turismo 6, la software house ha deciso di abbondonare la classica numerazione del gioco per abbracciare la denominazione Sport. Ma come l'hanno presa i fan del gioco?

 

 

Per chi è cresciuto a pane e Gran Turismo, la svolta online del videogame è stata un colpo al cuore. Ma per continuare a sopravvivere in un mondo in continua evoluzione la scelta effettuata da Poliphony Digital era l'unica possibile. Gran Turismo Sport può diventare un punto di riferimento negli e-sport per quanto riguarda i racing game. E la critica specializzata sembra aver apprezzato questa svolta. Una modalità single player più sviluppata avrebbe reso gli appassionati più felici, ma non si può criticare a priori la scelta di gettarsi a capofitto nel mondo degli e-sport. Gran Turismo Sport non delude nemmeno sotto l'aspetto del comparto grafico, da sempre uno dei punti della serie. Anche se le auto presenti sono solamente 164, sono tutte realizzate alla perfezione. La stessa cosa la si può dire dei circuiti e delle ambientazioni. Insomma, una serie che cambia faccia, ma che resta ancorata ai propri punti di forza. Per saperne di più e capire come funziona il videogame, ecco la nostra recensione di Gran Turismo Sport.

Sopravvivere allo shock iniziale

 

 

Accendere la PlayStation, lanciare Gran Turismo e non trovarsi di fronte la modalità Carriera può essere uno shock per tutti coloro che hanno sempre amato questo aspetto del videogame. In Gran Turismo Sport c'è una nuova modalità single player che accoglie il giocatore e che funziona come un vero e proprio prologo per le sfide online. Le sfide in single player sono come una palestra dove allenare i propri riflessi e scoprire i segreti e i trucchi di ogni pista. Ci sono tre diverse sezioni che il giocatore potrà affrontare: Accademia di guida, Esperienza sul Percorso e Sfida missioni.

Accademia di guida riprende le classiche patenti di guida presenti in quasi ogni capitolo del gioco. I gamer dovranno completare delle sfide che permetteranno di prendere confidenza con il gameplay, guadagnare dei crediti e ottenere delle vetture gratis. Più si andrà avanti, più le missioni da completare saranno difficili.

Esperienza sul Percorso è un intermezzo dove verranno testate le nostre abilità alla guida nelle situazioni più disparate sui vari tracciati presenti nel videogame.

Sfida Missioni è il cuore pulsante della modalità single player. Si tratta di sfide che vanno da brevi prove sui tracciati, fino a dover completare un intero circuito cercando di sorpassare quelli davanti a noi e inseguendo il primo.

 

 

Per affrontare alcune sfide della modalità "Carriera" è comunque necessario avere la connessione a Internet, altrimenti sarà impossibile affrontarle. L'unica modalità che funziona anche offline è Arcade, che permette di organizzare le classiche gare singole e di sfidare i propri amici.

Benvenuti nell'inferno degli e-sport

Poliphony Digital aveva dato un avvertimento: se pensate che Gran Turismo Sport sia il cassico Gran Turismo vi state sbagliando di grosso. E dalla demo e dalle varie anticipazioni uscite in questi mesi si era capito verso quale direzione la software house stava spingendo il franchise. Gran Turismo Sport non è più il classico videogame da giocare chiusi all'interno della propria cameretta nella speranza di vincere tutti i trofei possibili e di portare a casa il maggior numero di credito per acquistare il bolide più veloce o la macchina dei propri sogni. Gran Turismo Sport è un videogame che si apre al mondo esterno, fatto oramai di sfide che si giocano online e con gli e-sport a farla da padrone. Una trasformazione completa per il videogame, ma necessaria per essere al passo con i tempi. Poliphony Digital ha rischiato, ma la sua sfida sembra essere stata vinta: il multiplayer online è solido e sviluppato molto bene: le corse sono sempre equilibrate grazie all'ottimo sistema di matchmaking sviluppato dalla software house.

Come funziona il multiplayer online di Gran Turismo Sport

 

 

Gran Turismo Sport è un videogame che vive 365 giorni l'anno. Questa è la principale novità introdotta da Poliphony Digital. Se nei precedenti capitoli, una volta completata la sterminata modalità Carriera, si poteva posare il videogame nella libreria e lasciarlo lì per il resto dei propri giorni, Gran Turismo Sport offre ogni giorno ogni sfida diversa. L'obiettivo della software house è di continuare a lavorare sul prodotto, offrendo DLC (downloadable content) con nuove vetture e nuove sfide giornaliere. Sono proprio le gare contro gli altri piloti sparsi in ogni parte del mondo il cuore pulsante del multiplayer online. Poliphony Digital ha strutturato la modalità Sport in diverse classi che si differenziano a seconda delle abilità del gamer. I punti abilità si possono conquistare sia nel single player ottenendo tempi migliori rispetto a quelli fissati dal gioco, sia nel multiplayer online affrontando le varie sfide giornaliere e cercando sempre di avere una guida pulita. Proprio questo è il punto nevralgico del gameplay di Gran Turismo Sport: lo stile di guida. Vincere è importante, ma non è l'unico fattore che influisce sui punti abilità conquistati a fine gara. Altrettanto importante è non fare a sportellate con i propri avversari e cercare di effettuare sorpassi puliti.

Il sistema di matchmaking realizzato dalla software house è uno dei punti di forza del videogame: le gare sono sempre molto equilibrate e la divisione in classi spinge ogni pilota a dare il meglio di sé per conquistare punti abilità e scalare la classifica.

Il gameplay di Gran Turismo Sport

 

recensione gran turismo sport

 

Gli appassionati lo sanno bene: Gran Turismo non è il videogame adatto ai puristi della guida. Non è Assetto Corsa o Project Cars e l'obiettivo non è certo somigliare a questi giochi. Gran Turismo Sport è un simcade che fonde lo stile simulativo con quello arcade. E nel gameplay lo si nota: il comportamento delle auto non è sempre perfetto e molte volte c'è un effetto saponetta che può infastidire coloro che amano la simulazione. Ma è un problema che Gran Turismo si porta fin dal primo capitolo e che non ha mai voluto cambiare. Uno stile che lo distingue dal resto della massa.

Come normale che sia, Gran Turismo Sport accoglie ogni gamer con tutti gli aiuti possibili: frenata e sterzata assistita, antipattinamento e tutto il supporto possibile per far restare l'auto in pista. Dopo le prime gare, però, è consigliabile eliminare totalmente questi aiuti, solo in questo modo potrete apprezzare il gameplay di Gran Turismo Sport.  

Vetture e circuiti

Una scelta che farà discutere e che sicuramente Poliphony Digital dovrà affrontare nei prossimi mesi. Stiamo parlando del numero di auto presenti nel videogame. Gran Turismo è diventato famoso per offrire un parco vetture praticamente sterminato. Gran Turismo Sport, però, non è così: sono presenti solamente 164 vetture e non si sa con certezza se nei prossimi mesi verranno rilasciati dei DLC con nuove auto. Discorso simile anche per quanto riguarda i circuiti. Il numero di tracciati disponibili è poco più che sufficiente e soprattutto mancano circuiti famosi, presenti, invece, nei principali competitor.

 

vetture e circuiti gran turismo sport

 

Vicino alla perfezione

Se il numero di vetture e i circuiti rappresentano un punto debole del gioco, lo stesso non lo si può dire del comparto grafico e di quello audio. Il gioco raggiunge i 60 frame per secondo senza troppi problemi e le macchine sono state realizzate nei minimi dettagli. La cura dei veicoli e dei tracciati è altissima come nella tradizione di Gran Turismo. L'HDR crea un gioco di luci sulle auto unico, difficile da trovare in altri videogame. Bisogna segnalare, però, delle piccole mancanze: non è presente il meteo dinamico. Una caratteristica introdotta oramai in tutti i racing game tranne in Gran Turismo Sport. Può sembrare una cosa da poco, ma in realtà non è così.

Anche sotto il profilo del sonoro, sono stati fatti grandi passi in avanti. Finalmente ogni auto ha un rombo del motore riconoscibile e ben definito. È scomparso quel sound che faceva somigliare il rumore del motore a quello di un trattore.

Conclusioni finali

 

come si gioca a gran turismo sport

 

Se vi aspettavate il classico Gran Turismo con una carriera sterminata resterete delusi. Poliphony Diigtal ha deciso di rivoluzionare il titolo e di presentare un gioco pensato esclusivamente per il mondo degli e-sport. Oltre alla modalità single-player che permette ai piloti di prendere confidenza con il gameplay di Gran Turismo Sport, tutto il resto è pensato per il multiplayer online. Sfide giornaliere, punti abilità, classi da scalare per diventare il più bravo al mondo: il videogame è una gara continua per andare alla ricerca della perfezione. Gran Turismo Sport è diverso, ma non per questo peggiore: gli appassionati dovranno abituarsi al nuovo gameplay, ma ben presto entreranno nella nuova ottica del gioco. D'altronde il segreto per vincere è sempre lo stesso: piede a tavoletta sull'acceleratore e non aver paura di entrare cattivi nelle curve.

Recensioni Gran Turismo Sport

  • Games.it. In molti potrebbero restare delusi, ma la scelta di Poliphony Digital di abbandonare una modalità Carriera molto strutturata per abbracciare il mondo degli e-sport potrebbe portare i suoi frutti nel medio-lungo periodo. Gran Turismo Sport si distacca dalla tradizione di Gran Turismo e per molti aspetti è un gioco completamente nuovo. Il multiplayer online è realizzato molto bene, ma si sente la mancanza di una modalità single player a supporto. Il videogame, nonostante un comparto grafico ottimo, presenta più di qualche problema. Il numero di auto e di circuiti a supporto è inferiore alle aspettative e a quello che offrono i competitor, mentre la mancanza del meteo dinamico si fa sentire. Questo in breve il pensiero di Pietro Gualano nella sua recensione di Gran Turismo Sport per il sito Games.it: il giornalista assegna al videogame un punteggio di 7,5
  • Trustedreviews.com. Un'occasione persa. Così Simon Miller definisce Gran Turismo Sport nella sua recensione per il sito Trustedreviews.com. Poliphony Digital aveva l'opportunità per sviluppare un ottimo videogame, ma non l'ha sfruttata. Il gioco presenta le classiche caratteristiche di Gran Turismo: ottimo gameplay, comportamento delle auto eccezionale e ogni auto è riprodotta alla perfezione. Ma alla fine c'è sempre un qualche difetto che emerge. Ma il problema più grande riguarda i contenuti disponibili. La modalità single player è poco più che un prologo e l'aver puntato tutto sul multiplayer online potrebbe creare qualche grattacapo alla software house. In definitiva, Gran Turismo Sport merita un punteggio di tre stelle e mezzo su un massimo di cinque.

 

21 ottobre 2017

 

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Autorizzo il trattamento dei dati di contatto per l’iscrizione alla newsletter e per la ricezione di mail di carattere informativo e commerciale. Informativa e condizioni di utilizzo.
TAGS: #recensione #recensioni #gran turismo sport

© Fastweb SpA 2018 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.