Fastweb

Le migliori telecamere per la videosorveglianza

ISCRIVITI alla Newsletter
Autorizzo il trattamento dei dati di contatto per l’iscrizione alla newsletter e per la ricezione di mail di carattere informativo e commerciale. Informativa e condizioni di utilizzo.
Le migliori telecamere per la videosorveglianza FASTWEB S.p.A.
Smartphone & Gadget
Le smartcam hanno rivoluzionato il mercato della videosorveglianza: facili da installare, si gestiscono attraverso lo smartphone

Secondo gli ultimi dati del Censis (Centro Studi Investimenti Sociali) i furti nelle abitazioni negli ultimi dieci anni sono più che raddoppiati, avendo avuto un incremento del 127%. Ogni ora sono svaligiati ben ventinove appartamenti, con una media di uno ogni due minuti. Con l'arrivo dell'estate aumenta l'attività dei ladri d'appartamento, sfruttando il fatto che moltissime persone sono in vacanza e molte zone delle grandi città sono praticamente deserte.

La tecnologia può aiutare a rendere più difficoltosi i furti nelle abitazioni: tra antifurti intelligenti, serrature smart e sistemi di videosorveglianza, sono molti gli assi nella manica che è possibile giocarsi per rendere più difficoltosa la vita ai malviventi. La telecamera può essere un ottimo strumento per dissuadere il rapinatore dalle proprie intenzioni, mentre le riprese sono utilizzabili per sporgere denuncia alle autorità di pubblica sicurezza.

 

Sistemi di videosorveglianza

 

Rispetto al decennio precedente, ora gli utenti non fanno più affidamento alle aziende leader nel mercato della videosorveglianza e preferiscono darsi ai fai da te, acquistare autonomamente le telecamere e progettando e costruendo il sistema di sicurezza. Sul mercato sono disponibili telecamere per ogni tipo di abitazione, dal monolocale di 35metri fino alla villa di diverse centinaia di metri quadrati. L'importante è stabilire un budget iniziale per scegliere il prodotto giusto per la propria abitazione.

Addio IP Camera

Le telecamere di sicurezza lanciate sul mercato nel 2015 hanno mandato in pensione le vecchie IP Camera, sistemi di videosorveglianza fai da te te che utilizzano la rete Lan domestica per "proteggere" l'abitazione. Purtroppo non tutti gli utenti sono capaci di configurare una rete locale e di gestire un sistema di videosorveglianza. Per questo motivo le telecamere di ultima generazione sono progettate per essere user-friendly, con un'interfaccia facile da utilizzare.

Nest Cam

Ad un anno dall'acquisto dell'azienda Nest Labs (esperta in accessori per la domotica), Google ha lanciato nel giugno 2015 la prima telecamera per la videosorveglianza. Acquistabile sul sito della società per 199 dollari ha tutte le caratteristiche in regola per diventare un punto di riferimento nel campo della sicurezza domestica. Nest Cam ha un angolo visuale di centotrenta gradi e la registrazione del flusso di immagini è in FullHd, con la possibilità di controllarla da remoto, grazie all'applicazione sviluppata dallo staff dell'azienda (compatibile con una versione superiore di Android 4.0 e iOS 8). Inoltre, grazie alla presenza del microfono, si può interagire da remoto con le persone o gli animali presenti nell'abitazione.

 

 

La telecamera non dispone di uno slot per la MicroSD, quindi per la memorizzazione del flusso video si può utilizzare l'offerta per il cloud messa a disposizione da Big G: si può decidere di salvare sulla nuvola le immagini degli ultimi dieci giorni ad un costo di cento dollari all'anno. Per la visione notturna Nest Cam utilizza un sensore a raggi infrarossi, che assicura una registrazione ottimale fino a sei metri. Nel caso in cui la telecamera noti qualche movimento anomalo, avverte il proprietario dell'abitazione attraverso delle notifiche sullo smartphone.

Piper

La telecamera Piper è stato uno dei primi progetti che ha reso la domotica accessibile a qualsiasi persona. Lanciato su Kickstarter,  piattaforma di crowdfounding, Piper è stata acquistata dal colosso canadese iControls, che a fine del 2014 l'ha lanciato sul mercato mondiale.

 

Piper cam

 

La telecamera, oltre a registrare il flusso video in qualità Full HD con un angolo visuale di centottanta gradi, dispone di un sensore per i movimenti, una sirena, un sensore per la temperatura, umidità e rumore. Inoltre, grazie al protocollo wireless z-wave, è possibile gestire delle prese elettriche da remoto. Purtroppo la telecamera non supporta la visione notturna. Non essendo dotata di sensore a infrarossi.

L'utente può controllare la situazione all'interno della propria abitazione attraverso l'applicazione per smartphone sviluppato da iControls,  ed è possibile sincronizzare e controllare con lo stesso account fino a cinque telecamere. Rispetto a Nest Cam, che prevedeva un servizio cloud a pagamento, Piper offre ai propri utenti uno spazio gratuito sulla nuvola (sono memorizzate fino a mille clip).

Samsung SmartCam Pro HD

 

Samsung SmartCam Pro HD

 

La società coreana ha fatto la sua entrata nel mercato delle smartcam con un prodotto interessante sia a livello hardware sia a livello di costo (più basso rispetto agli avversari). Samsung Smartcam Pro HD, offre riprese in FullHD con un angolo visuale di centoventotto gradi. L'installazione è molto semplice, basta scaricare l'applicazione disponibile sia per Google Play Store, sia per App Store e seguire le indicazioni a schermo. Attraverso l'applicazione si può controllare la telecamera direttamente da lavoro: decidere quando far partire la registrazione, comunicare con la propria famiglia attraverso il microfono e impostare delle ninne nanne per i propri bambini. Inoltre, si può tarare il sensore di movimento, per non far scattare l'allarme ogni volta che l'animale domestico si muova. La telecamera non dispone di un servizio cloud, ma è stato implementato uno slot per la MicroSD fino a 64GB.

Logitech Circle

 

 

Leader nel settore delle webcam e delle periferiche per il personal computer, Logitech ha sfruttato la propria esperienza per sviluppare una telecamera per la videosorveglianza casalinga che possa concorrere ad armi pari con gli altri dispositivi presenti sul mercato. Logitech Circle è una telecamera per la home security e può essere installata in qualsiasi stanza della casa: collegandola alla rete Wi-Fi dell'abitazione è possibile controllare dallo smartphone o dal tablet le immagini della cucina o del salotto. I video sono registrati in alta risoluzione e memorizzati temporaneamente sullo spazio cloud offerto da Logitech. La videocamera è dotata di un LED che avverte l'utente quando la batteria è scarica, mentre grazie al microfono presente nella parte inferiore è possibile comunicare da remoto con le persone presenti all'interno della casa. Il prezzo è di poco inferiore ai 200 dollari.

Arlo Netgear

 

 

Arlo è il sistema di videosorveglianza prodotto da Netgear che ha scatenato una piccola rivoluzione all'interno del settore. La durata della batteria di Arlo può superare i quattro mesi e non si ha bisogno di collegare la fotocamera a una presa della corrente elettrica per farla funzionare. Le dimensioni della videocamera di sorveglianza sono molto ridotte e ciò la rende facilmente utilizzabile in qualsiasi zona dell'abitazione: cucina, salotto e balcone. La telecamera è resistente all'acqua e può essere tranquillamente posizionata all'esterno. 

La videocamera può registrare in HD e con un'angolazione di 130 gradi. Grazie ai 200 MB offerti da Netgear ogni video può essere salvato sullo spazio di cloud storage. Grazie ad Arlo, l'utente può creare un sistema di videocamere di sorveglianza all'interno della propria abitazione senza dover faticare troppo. Collegando la stazione base pensata da Netgear a un router Wi-Fi sarà possibile collegare due o più fotocamere di sicurezza alla stessa LAN e proteggere tutta la propria abitazione. Nei piani Netgear, la stazione base oggi utilizzata per Arlo dovrebbe rappresentare il cuore della smart house del futuro. La videocamera di sorveglianza può essere impostata sia attraverso il tool sviluppata per il pc sia attraverso l'applicazione per smartphone e tablet. In pochi minuti l'utente potrà regolare la luminosità, il contrasto dei colori e dare l'avvio alla registrazione. Il kit con 3 videocamere e la stazione base ha un costo di poco superiore ai quattrocento euro.

Belkin NetCam HD+

 

 

La Belkin NetCam HD+ è una videocamera per la sicurezza casalinga dal buono rapporto qualità prezzo. Rispetto alla concorrenza la qualità delle immagini è leggermente inferiore, ma riesce a offrire un regolare flusso video. Il sensore della videocamera di sicurezza è di 2 megapixel mentre il LED posizionato nella parte inferiore illumina il campo d'azione. La fotocamera può essere impostata attraverso l'applicazione dello smartphone e con il sistema di notifiche push avverte immediatamente l'utente nel caso di movimenti sospetti nell'abitazione. I filmati sono memorizzati direttamente nello spazio cloud messo a disposizione da  Belkin: per utilizzarlo, però, è necessario pagare un abbonamento mensile o annuale. La Belkin NetCam HD+ può essere utilizzata anche come stazione base per i vari dispositivi prodotti da Belkin per la domotica e la sicurezza casalinga.

DCS-5000L

 

videocamera sorveglianza DCS-5000L

 

La telecamera di sicurezza sviluppata da D-Link permette di monitorare piccole porzioni della propria abitazione. Grazie all'obiettivo panoramico può essere posizionata in qualsiasi posto senza timore di perdere un solo frame della registrazione video. Il microfono registra i suoni della stanza e avverte l'utente nel caso di rumori molesti. La videocamera può filmare anche durante le ore notturne senza perdere qualità nelle immagini. Tramite l'applicazione disponibile per i dispositivi mobile può essere impostata in pochi e semplici passaggi.

Il futuro

I colossi dell'ICT (Information e Communication Technology) stanno progettando i propri dispositivi per la domotica. Apple ha sviluppato HomeKit, un'applicazione per controllare l'abitazione direttamente dal proprio smartphone. Google, grazie all'acquisto di Nest, ha dato vita al progetto Brillo, che permetterà a tutti i dispositivi connessi di poter comunicare tra loro (basato sul concetto di Internet delle cose). Tra i progetti in via di sviluppo, anche la possibilità del riconoscimento facciale, affinché il sistema di videosorveglianza avverta direttamente l'utente quando individua qualcosa di strano.

copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Autorizzo il trattamento dei dati di contatto per l’iscrizione alla newsletter e per la ricezione di mail di carattere informativo e commerciale. Informativa e condizioni di utilizzo.
TAGS: #ip cam #videosorveglianza

© Fastweb SpA 2018 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.