Fastweb

Risoluzione problemi router: a cosa serve spegnerlo per 10 secondi

Ascoltare musica con iPhone Smartphone & Gadget #iphone #musica Come trasferire musica da PC a iPhone senza iTunes iTunes non è l'unica opzione quando c'è da sincronizzare musica sull'iPhone. Molti altri software, infatti, permettono di ottenere risultati eccellenti in pochi secondi
ISCRIVITI alla Newsletter
Autorizzo il trattamento dei dati di contatto per l’iscrizione alla newsletter e per la ricezione di mail di carattere informativo e commerciale. Informativa e condizioni di utilizzo.
Risoluzione problemi router: a cosa serve spegnerlo per 10 secondi FASTWEB S.p.A.
Router con problemi
Internet
Paragonabile a un piccolo computer, il router ne "eredita" tutti i pregi e tutti i difetti. La risoluzione dei problemi, fortunatamente, è meno complessa di quanto si pensi

Quante volte vi è capitato di maledire il vostro operatore telefonico perché Internet non funziona? E quante volte vi è capitato di scoprire che l'ISP (acronimo di Internet Service Provider, "fornitore di servizi Internet") non c'entrava nulla ma era il modem router di casa a causare tutti i problemi? Bene, se vi siete trovati in questa situazione non preoccupatevi: nelle vostre stesse condizioni ci sono migliaia di utenti che ogni giorno non riescono a navigare perché il loro router fa le bizze.

Problemi più comuni del router

Potendo considerarlo al pari di un piccolo computer, le cause che portano al blocco del router sono paragonabili a quelle che fanno bloccare il nostro PC. Per questo motivo, la risoluzione problemi router sarà, a grandi linee, paragonabile a quella di un normale computer casalingo: le operazioni di manutenzione "spicciola" che possiamo mettere in atto in quest'ultimo caso saranno poi applicabili anche al router.

Router Wi-Fi

Prima, però, è necessario esaminare quali sono le problematiche più comuni che impediscono al router di funzionare. Ci sono decine e decine di possibili problemi che possono poi portare a malfunzionamenti del router, ma i più comuni sono questi tre:

  • Questione di memoria. Quante volte vi è stato detto che la principale causa del PC lento è la mancanza di spazio sulla memoria RAM? Bene, lo stesso problema porta il router a rallentare il proprio funzionamento sino a quando non smette di funzionare. In questo caso, molto probabilmente, alla base di tutto si trovano uno o più bug del firmware che "fagocitano" memoria e risorse del router
  • Conflitto con gli indirizzi IP. Il router, come si sa, gestisce l'allocazione sia degli indirizzi IP privati della nostra LAN sia dell'indirizzo pubblico con il quale "appariamo" in Rete. Per i motivi più vari, però, potrebbe accadere che il router "faccia confusione" (il DHCP, ad esempio, assegna lo stesso IP a due dispositivi della nostra rete locale), creando un conflitto che porta a un errore irreversibile che pregiudica il corretto funzionamento del dispositivo
  • Surriscaldamento. Proprio come il PC, se il router dovesse essere sottoposto a sforzi "fuori norma" i suoi circuiti si surriscalderebbero a causa del maggior afflusso di corrente elettrica nei vari collegamenti in rame (effetto Joule). Lo stesso problema, però, può sorgere nel caso in cui il router sia mal posizionato e non abbia un'adeguata areazione. Qualunque sia la causa, se la temperatura interna dovesse superare una determinata soglia, il router smetterebbe di funzionare, costringendoci a spegnerlo

 

Router con led accesi

Risoluzione problemi più comuni del router

A problematiche comuni – e semplici – corrispondono operazioni di manutenzione "spicciola" che consentono di tornare a navigare nel giro di pochi minuti.

  • Aggiornare il firmware. Per evitare problemi di sorta, e mettere al sicuro la nostra rete locale da eventuali attacchi hacker, è più che consigliabile controllare di tanto in tanto che l'azienda produttrice del nostro router non abbia rilasciato un aggiornamento del firmware. Se così fosse, scaricatelo e seguite la procedura per installarlo, prestando particolare attenzione, data la delicatezza dell'intervento, a non commettere errori che potrebbero compromettere una volta per tutte il funzionamento del router stesso. Nel caso in cui vogliate osare, provate a scaricare un firmware realizzato da parti terze e installatelo: avrete maggiori possibilità di personalizzare le impostazioni del modem router di casa e, in alcuni casi, migliorare le prestazioni della connettività

 

Router

  • Cercare le cause del surriscaldamento. Se la causa dei malfunzionamenti del router è il surriscaldamento, è il caso di compiere qualche verifica molto veloce. Prima di tutto, accertatevi che ventole e altre fessure presenti sulla superficie esterna del device non siano ostruite da polvere, da qualche oggetto o magari da un adesivo. Rivedete, se necessario, anche la sistemazione del modem router: se lo avete messo in una nicchia con poco spazio e scarsa aereazione è probabile che non riesca a dissipare in maniera adeguata il calore che genera

 

Come risolvere tutti (o quasi) i problemi del router

Come già detto, il vostro router è paragonabile in tutto e per tutto a un computer. E proprio come un PC, gran parte dei problemi che si presentano possono essere risolti in un modo molto semplice: spegnendo e riaccendendo il dispositivo. Questa operazione, ovviamente, non elimina alla radice le cause del malfunzionamento: la risoluzione problemi del router potrebbe richiedere molto più tempo e molto più impegno. Riavviare il router, però, consente di tornare online nel giro di poche decine di secondi e di continuare a navigare, magari per giorni, senza che il problema si ripresenti. Spegnendo il dispositivo, infatti, si annullano tutte le operazioni in corso e quelle previste dal firmware, dando un taglio così ad eventuali loop del codice o un'errata gestione della memoria interna o ancora a problemi di assegnazione degli indirizzi IP.

Router senza alimentazione

Perché scollegare il router dalla corrente per 10 secondi

Un semplice riavvio, però, potrebbe non essere sufficiente. Come ci consiglia spesso il nostro amico smanettone, dopo aver spento il dispositivo di rete - ma il suggerimento è valido per qualunque device elettronico, anche alimentato a batteria – togliete anche l'alimentazione staccando la spina dalla presa della corrente e attendete quindi una decina di secondi. Dopo questo lasso di tempo tornate ad alimentare il router e accendetelo nuovamente. Molto probabilmente, al termine di questa operazione, il dispositivo funzionerà meglio di prima.

Ma c'è davvero bisogno di aspettare 10 secondi? E perché? La risposta a queste due domande ha un nome ben preciso: i condensatori. Queste mini-batterie sono in grado di accumulare esigue quantità di carica elettrica e si trovano praticamente in tutti i dispositivi elettronici, modem router inclusi, proteggendoli da eventuali sbalzi di tensione o interruzioni elettriche della durata di qualche decimo di secondo. Aspettando 10 secondi si avrà la certezza che anche il più capiente dei condensatori presenti all'interno del dispositivo si sia scaricato del tutto assicurandoci così che il contenuto delle varie celle di memoria volatile del nostro device sia completamente azzerato.

copyright CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Autorizzo il trattamento dei dati di contatto per l’iscrizione alla newsletter e per la ricezione di mail di carattere informativo e commerciale. Informativa e condizioni di utilizzo.
TAGS: #router #guida #wi-fi

© Fastweb SpA 2018 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.