Fastweb

Cos'è e come funziona la connettività SHDSL

report akamai q1 2017 Internet #akamai #internet Akamai, cresce la velocità di connessione ma l'Italia resta indietro Nonostante la velocità di connessione media e di picco continui a crescere trimestre dopo trimestre, il nostro Paese resta indietro rispetto ai partner europei
ISCRIVITI alla Newsletter
Autorizzo il trattamento dei dati di contatto per l’iscrizione alla newsletter e per la ricezione di mail di carattere informativo e commerciale. Informativa e condizioni di utilizzo.
Cos'è e come funziona la connettività SHDSL FASTWEB S.p.A.
Connessione Internet
Internet
Caratterizzata da una eguale velocità di trasmissione e ricezione dati, la tecnologia SHDSL è utilizzata primariamente in ambito professionale

Nell'ambito delle telecomunicazioni e della connettività di Rete, una linea SHDSL (acronimo di Symmetrical high-speed digital subscriber line) è una tecnologia della famiglia DSL (la stessa dell'ADSL e della VDSL, per intendersi) caratterizzata da un'eguale velocità sia in download sia in upload. Standardizzata nel 2001, non è mai riuscita a convincere del tutto i consumatori. Questa tecnologia ha preso piede più che altro in ambito business: nei private branch exchange, nelle VPN, all'interno dei data center e altri servizi legati all'archiviazione dati online e al web hosting.

Caratteristiche della connettività SHDSL

Più veloce di una connessione analogica, la SHDSL garantisce una velocità di trasmissione dati simmetrica che va dai 192 ai 2.304 kilobit al secondo per ogni singolo doppino di rame, con incrementi progressivi di velocità di 64 kb (non esistono, dunque, velocità di trasmissione intermedie tra gli intervalli). Inoltre, nel caso in cui si dovesse utilizzare questa tecnologia accoppiando due doppini, la velocità massima di trasmissione raddoppierebbe, arrivando ad un massimo di 4.608 kilobit al secondo, ottenendo anche altri vantaggi (come vedremo tra poco).

 

Router per connessione a Internet

 

In una rete realizzata seguendo protocolli e standard SHDSL, i dati possono viaggiare a una distanza massima di tre chilometri. Tutto però dipende dall'attenuazione specifica del doppino, dal bitrate richiesto e dalle condizioni di "rumorosità ambientale" a sui è soggetto il cavo (maggiore il rumore, minore la distanza raggiungibile). Utilizzando la modalità con due doppini permette di aumentare la distanza raggiungibile, ma sarà necessario diminuire il bitrate (solitamente dimezzandolo) instradandolo su entrambe le coppie di fili di rame.

L'ultimo standard riconducibile a questa tecnologia è il SHDSL.bis, ed è caratterizzato da una maggiore flessibilità nell'allocazione del carico di trasmissione, ottenuta grazie a una diversa tecnica di modulazione del segnale elettrico. Ciò permette, allo stesso tempo, di aumentare la velocità di trasmissione dei dati: si parte dai 2 megabit per raggiungere i 5,69 megabit su singolo doppino entro un raggio di poco superiore ai tre chilometri.

Come funziona una linea SHDSL

A differenza delle altre tecnologie di comunicazione della famiglia DSL, la SHDSL utilizza la modulazione TC-PAM (acronimo di Trellis-coded pulse-amplitude modulation), che opera sulle frequenze solitamente utilizzate per il traffico voce. Ciò vuol dire che in una linea della famiglia HSDSL non è possibile utilizzare un filtro simile a quello usato per la connessione ADSL di casa, che permette di effettuare chiamate vocali e contemporaneamente di navigare in Internet: in questo caso, come accadeva un tempo per la connessione puramente analogica (via modem telefonico), se si è connessi alla Rete non è possibile effettuare contemporaneamente chiamate vocali (e viceversa).

Lo scambio dei dati con la Rete può avvenire seguendo diverse modalità e differenti protocolli. Si possono così scegliere accessi base ISDN multipli, trasferimenti in Asynchronous Transfer Mode (ATM) oppure una combinazione di traffico pacchettizzato (come avviene nelle linee a commutazione di pacchetto) e traffico strutturato (come nell'ATM).

 

Router

 

Differenze con ADSL

Le differenze tra ADSL e SHDSL si possono ricondurre a tre grossi elementi distintivi.  Partiamo dalla velocità di trasmissione dei dati.  Come si intuisce anche dal nome, nell'ADSL ("DSL Asimmetrica") la velocità di ricezione (download) è solitamente superiore rispetto alla velocità di trasmissione dei pacchetti (upload) e quindi si ha a che fare con una connessione, appunto, "asimmetrica", mentre, come abbiamo visto, una linea SHDSL è in grado di garantire le stesse velocità sia in download che in upload.

A questo si unisce una diversa modalità di trasmissione dei dati. L'ADSL di casa è una linea a commutazione di pacchetto (utilizza pacchetti di dati digitali per scambiare informazioni con la Rete), mentre nella SHDSL si possono utilizzare tecniche differenti: tra queste anche la commutazione di pacchetto ma non in maniera esclusiva.

Si chiude, infine, con le tecniche di commutazione del segnale. Mentre nell'ADSL la connettività alla Rete non esclude la possibilità di effettuare chiamate, nella SHDSL l'utilizzo della modulazione TC-PAM fa sì che i dati viaggino sulla stessa banda solitamente utilizzata per il traffico vocale, impedendo così all'utente che naviga in Internet di poter effettuare contemporaneamente delle chiamate voce.

copyright CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Autorizzo il trattamento dei dati di contatto per l’iscrizione alla newsletter e per la ricezione di mail di carattere informativo e commerciale. Informativa e condizioni di utilizzo.
TAGS: #internet #adsl #shdsl

© Fastweb SpA 2017 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.