Fastweb

Come scegliere il router Wi-Fi

Uno dei sensori realizzati dall'università di Washington Internet #stampa 3d #wi-fi Sensori Wi-Fi senza elettronica, la rivoluzione IoT si stampa in 3D Un gruppo di ricercatori della University of Washington ha realizzato i primi dispositivi e sensori in plastica funzionanti senza alimentazione elettrica
ISCRIVITI alla Newsletter
Autorizzo il trattamento dei dati di contatto per l’iscrizione alla newsletter e per la ricezione di mail di carattere informativo e commerciale. Informativa e condizioni di utilizzo.
Come scegliere il router Wi-Fi FASTWEB S.p.A.
Modem router Wi-Fi
Internet
L'acquisto di un router Wi-Fi può essere un'impresa ardua. Ecco alcuni consigli utili per scegliere quale tra i migliori fa al caso proprio

Con Wi-Fi o solo con Ethernet? Gigabit o no? Dual band o mono band? Con o senza presa USB? In poche parole, quali sono i router migliori? Quando arriva il momento di acquistare un nuovo modem router per la rete casalinga si è immediatamente assaliti da dubbi.

 

Schema grafico di una LAN, regno dei router

 

Ci sono così tante possibili opzioni, così tanti modelli e tante specifiche da controllare che si può facilmente cadere in errore. Una mini guida che aiuti a districarsi nella marea di specifiche, sigle e protocolli può quindi essere molto utile per chi vuole comprare il miglior router sul mercato.

Cos'è un router

Un router è un dispositivo elettronico che consente, all'interno di una rete domestica, l'instradamento dei pacchetti dati verso i nodi (computer, console di gioco, tablet, smartphone, stampanti, hard disc, ecc.) facenti parte del network. In pratica si tratta di un “intermediario” tra i device collegati al router stesso che si occupa di gestire ed indirizzare i vari flussi di dati che vanno da un dispositivo all’altro. A livello logico, quindi, è un nodo interno di rete che si occupa della commutazione del livello 3 del modello ISO/OSI. Molti router domestici incorporano anche funzionalità di access point per reti Wi-Fi e modem per il collegamento diretto ad Internet. In questo ultimo caso si parlerà di modem o router Wi-Fi.

Non giudicare il libro dalla copertina

A volte anche i migliori possono sbagliare e non è vero (per lo meno non in maniera assiomatica) che un router Wi-Fi di uno uno dei maggiori produttori appartenga all'élite dei migliori router. Negli ultimi tempi, ad esempio, Cisco ha realizzato dispositivi (come il Linksys EA 6500) che hanno raccolto parecchie critiche, creando malcontento tra consumatori e aficionados.

Quando si sta per acquistare un router, quindi, è necessario affidarsi alle recensioni degli esperti del settore: anche un piccolo produttore può realizzare un prodotto di gran lunga superiore a quello dei marchi più conosciuti.

Gigabit o no?

Un router può essere equipaggiato con due differenti tipologie di porte Ethernet: le normali, che supportano velocità di trasferimento sino a 100 megabit al secondo (poco più di 12 megabyte al secondo)oppure le porte gigabit, che supportano una velocità di trasferimento dati di 1.000 megabit al secondo (poco più di 120 megabyte). Con la seconda, ad esempio, si può trasferire un intero CD musicale (circa 700 megabyte) tra due computer in poco più di 6 secondi mentre la prima impiegherebbe un minuto abbondante. Naturalmente un router gigabit costerà di più rispetto ad un router “normale”.

 

La parte posteriore di un router. Si possono vedere la presa USB e le porte Ethernet

 

Le prestazioni del router, in entrambi i casi, non influiranno assolutamente sulle prestazioni della connessione alla Rete. La porta Ethernet gigabit entra in gioco nel caso si debbano trasferire grossi quantitativi di dati tra due computer appartenenti alla stessa LAN: in questo caso il trasferimento dei file richiederà molto meno tempo rispetto ad una porta Ethernet da 100 megabit. Se si vuole condividere una connessione ad Internet e non si ha la necessità di trasferire molti file, specie se piuttosto “pesanti”, un router “normale” andrà più che bene.

USB o non USB

Router che abbiano almeno una porta USB stanno diventando sempre più la norma. E una necessità. Sfruttando queste connessioni, sarà possibile collegare una stampante o un hard disk esterno al router e condividerli con il resto degli utenti della rete domestica. Senza bisogno di spese aggiuntive o particolari interventi tecnici, tutti gli utenti della rete locale potranno stampare utilizzando un'unica stampante condivisa o salvare i dati sul disco rigido di rete e condividerli con tutti gli altri utenti. In quest'ultimo caso l'utilizzo di un NAS (Network attached storage) garantirebbe prestazioni migliori e maggiore stabilità ma la soluzione dell'hard disk di rete agganciato al router via USB non è da scartare a priori.

Dual band o no?

Fino a non molto tempo fa i router Wi-Fi comunicavano con gli altri dispositivi della rete locale (computer, stampanti, NAS, ecc.) utilizzando uno dei 14 canali della banda radio da 2.4 GHz (banda radio riservata internazionalmente alla comunicazione senza fili). Con il passare del tempo e con il proliferare dei dispositivi wireless presenti sul territorio questa frequenza è divenuta sempre più affollata e, a causa delle interferenze nelle emissioni radio tra i vari dispositivi, ha finito per essere sempre meno efficace.

Per questo motivo, a cavallo tra gli anni '00 e gli anni '10, le case produttrici hanno iniziato a sviluppare router Wi-Fi che sfruttassero anche la banda da 5 GHz per lo scambio di dati tra i vari dispositivi. In questo modo, oltre a garantire un numero inferiore di interferenze sulla banda “inferiore”, è possibile ottenere prestazioni migliori: gli ultimi router Wi-Fi in commercio assicurano infatti velocità di trasferimento dati fino a 1.3 gigabit (superiore, quindi, alla stessa velocità assicurata dalla connessione via cavo Ethernet gigabit).

 

I led di sistema di un router Wi-Fi

 

Essendo una tecnologia piuttosto giovane, però, sono ancora pochi i dispositivi Wi-Fi che funzionano sulla doppia frequenza. Sino allo scorso anno, ad esempio, la gran parte dei laptop e degli smartphone in commercio non erano ancora dotati di antenne Wi-Fi dual band..

Di pari passo

Un ulteriore fattore di cui tenere conto riguarda la velocità di trasferimento dei vari dispositivi di Rete che si possiedono. È inutile acquistare un router Wi-Fi dotato di porte Ethernet gigabit o che risponda agli standard del protocollo IEEE 802.11ac (velocità di trasferimento wireless fino a 1.3 gigabit) se poi si possiede un computer vecchio di anni, incapace di sfruttare al massimo le prestazioni del router stesso. In presenza di due dispositivi di Rete che viaggiano a velocità differenti, infatti, il più veloce si adatterà alle velocità di trasferimento del più lento. Il migliore dei router, quindi, sarà quello conforme alle velocità degli altri dispositivi di cui si è già in possesso.

Copyright © CULTUR-E

Ti piace
questo
articolo?
Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai settimanalmente le notizie più
interessanti sul mondo della tecnologia!

Autorizzo il trattamento dei dati di contatto per l’iscrizione alla newsletter e per la ricezione di mail di carattere informativo e commerciale. Informativa e condizioni di utilizzo.
TAGS: #router #wi-fi #wireless #ethernet #modem #modem router #usb #gigabit

© Fastweb SpA 2018 - P.IVA 12878470157
ChiudiChiudi Questo sito usa cookies di profilazione, propri e di terzi, per adeguare la pubblicità alle tue preferenze.
Clicca qui per maggiori informazioni o per conoscere come negare il consenso. Se chiudi questo banner o accedi ad altri elementi della pagina acconsenti all'uso dei cookies.