Menu

Area Clienti

FASTWEB S.p.A.

I siti da evitare per non prendere virus

Dal web arrivano la gran parte delle minacce informatiche per il proprio computer. Ecco come fare per evitare i virus
Web & Digital

Navigare nel web non è più così sicuro come poteva essere fino a qualche anno fa. La Rete, da anni, è il principale vettore attraverso il quale transitano virus, spyware, trojan horse, ransomware e ogni altra tipologia esistente di malware. Per evitare di restare infettati, insomma, bisogna porre molta attenzione ai siti che si visitano e alle azioni compiute nel corso della navigazione: un passo falso può costare molto caro.

La soglia di attenzione, poi, deve essere alzata nel caso in cui si sia soliti scaricare film da Internet oppure se si utilizzi la Rete per ottenere software gratis: in questi casi gli hacker e i programmatori che creano virus mettono da parte qualunque tipo di tattica (come, ad esempio, l'ingegneria sociale) e si affidano semplicemente alla mancanza di buon senso degli utenti: prima o poi qualcuno cliccherà sul link errato e i vari antivirus e programmi per la protezione del computer saranno di fatto inutili.

Ecco alcuni consigli per non prendere virus online e quali sono i siti da evitare per non restare infetti.

Non installare software gratis da fonti non verificate

Come recita un vecchio detto, "fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio": se si scarica un programma gratis da Internet, bisogna esser certi che la fonte sia sicura. Anche per questo motivo, Windows mostra un avviso di sicurezza all'utente prima che il processo di installazione abbia inizio: nel caso il software gratis provenga da un sito web non sicuro, il sistema operativo Microsoft avvertirà dei probabili rischi che si corrono in fase di installazione.

 

 

Se una finestra di questo genere dovesse comparire quando si fa doppio click sul file scaricato da Internet, è bene non proseguire con l'installazione e accertarsi che non ci siano brutte sorprese ad attenderci dietro l'angolo. Conviene, dunque, effettuare una scansione del programma con un antivirus, con un antimalware e sottoporlo ai testi di sicurezza di portali web come Virus Total. Se le scansioni non dovessero dare risultati anomali, si potrà procedere con l'installazione del programma.

Scaricare programmi da fonti verificate

 

 

Nel caso in cui si volesse aumentare il livello di sicurezza rispetto ai programmi gratis scaricati dalla Rete, si possono utilizzare estensioni per il browser che "certifichino" la bontà di un portale web. Tra i più utilizzati troviamo Web of trust: affidandosi al giudizio degli internauti e al crowdsourcing, questo strumento per il web mostra il grado di sicurezza di un sito Internet.

Evitare i generatori di chiavi o crack

Sono molti gli utenti che ricorrono a keygen (generatori di chiavi) e crack per trasformare in sfotware gratis programmi altrimenti a pagamento. Così facendo, però, si commette un doppio errore: da un lato si schernisce il lavoro di decine e decine di sviluppatori che hanno contribuito alla realizzazione del software; dall'altro si mette in pericolo l'integrità del proprio sistema informatico.

 

 

 

I programmi che permettono di generare chiavi e codici seriali e i crack in generale sono tra i mezzi più comuni utilizzati dagli hacker per veicolare virus: utilizzandone uno si avranno moltissime probabilità di restare infettati da un malware.

Evitare di cliccare sui pop-up

Nonostante le estensioni per bloccare i pop-up (ora installate di default nella stragrande maggioranza dei browser web), può capitare di imbattersi in qualche finestra "secondaria" nel corso della navigazione web. Se dovesse accadere, la prima cosa da fare è chiudere immediatamente la finestra. Non sempre i messaggi e le pubblicità presenti in queste finestre sono veritieri e affidabili: ci si potrebbe ritrovare, in un battibaleno, all'interno di portali poco raccomandabili e installare spyware e altri malware senza nemmeno accorgersene.

 

 

Attenzione al phishing

Quando si accede al proprio conto bancario da Internet è bene accertarsi di aver digitato correttamente la URL: si può correre il rischio di finire all'interno di un "portale-fantoccio" creato con il solo scopo di rubare le credenziali di accesso all'account di online banking. Se si ricevesse un messaggio di posta elettronica dal proprio istituto bancario, è consigliabile ignorare qualunque avviso vi sia contenuto: la banca non è solita segnalare anomalie tramite la posta elettronica.

 

 

Se voleste comunque verificare, si deve assolutamente evitare di cliccare nei link riportati all'interno della mail: si tratta di elementari tattiche di phishing, utilizzate per entrare in possesso delle credenziali web.  Più sicuro aprire una nuova finestra del browser e digitare (con attenzione) la URL della propria banca e da lì accedere all'online banking.

I siti da evitare per non prendere virus

Alcune categorie di siti web sono più pericolose di altre perché utilizzate dagli hacker per veicolare malware di ogni tipo. Se, ad esempio, si volesse scaricare un film, è consigliabile farlo attraverso uno dei tanti servizi di streaming online legittimi (TV on demand) piuttosto che avventurarsi in pericolose ricerche in portali poco raccomandabili. Ma i siti per scaricare software gratis e scaricare film illegalmente non sono gli unici a mettere a rischio l'integrità del proprio sistema informatico. I virus, infatti, viaggiano attraverso i canali più impensabili.

 

 

Come emerge dal Malware Report di G Data relativo al II semestre 2014, tra le categorie più pericolose, ad esempio, troviamo i portali di tecnologia e telecomunicazioni, seguiti dai portali dedicati alla cura della persona e dai blog. Molto pericolosi anche i siti pornografici, i portali di gaming e i siti di scommesse.

copyright © CULTUR-E
©2018 FASTWEB S.p.A. Tutti i diritti riservati - P.IVA 12878470157 Versione classica di Fastweb.it